in

“Vuoi vedere mia figlia in anteprima? Devi pagare!”, Zoe Laverne spiega perché ha chiesto soldi!

Zoe Laverne spiega la decisione di far pagare per poter vedere le foto della figlia e finisce per alimentare altre polemiche.

Zoe Laverne bambina
Zoe Laverne bambina

Zoe Laverne ha deciso di rispondere a chi l’ha accusata di voler lucrare sulla nascita di sua figlia, facendo pagare agli utenti 15 dollari per poter vedere le foto della bambina. La creator ha scritto un lungo messaggio nelle Storie Instagram: prima ha ringraziato i fan, poi li ha tranquillizzati sulle condizioni di salute di sua figlia e sue:

Ciao a tutti! Grazie mille per tutti i messaggi e DM. Significa davvero tanto per me e Dawson. Sto cercando di mantenere tutti aggiornati. Quando ho avuto la piccola Emersyn ci sono state un’enorme quantità di complicazioni. Sono stata portata di corsa al pronto soccorso per avere un cesareo all’ultimo minuto ed entrambe eravamo ad alto rischio. Come probabilmente avrete visto o letto, Emersyn non è ancora a casa, mentre io sto cercando di riprendermi il più velocemente possibile dall’intervento, così da potervi aggiornare meglio.

Successivamente la creator è entrata nel merito della polemica sulle foto a pagamento. Dopo aver ammesso di comprendere la delusione dei suoi fan, si è giustificando dicendo di averlo fatto per il bene di sua figlia:

Sono spaventata. Non sono mai stata una madre. Non è stato facile trovarsi di fronte alla quantità di odio, minacce di morte e cose semplicemente offensive che erano già state pubblicate su mia figlia prima del suo arrivo. Io e Dawson avevamo pensato di non condividere le foto di nostra figlia. Ma volevo che i miei follower facessero parte di questo fantastico viaggio, quindi, nel tentativo di essere genitori protettivi, abbiamo pensato che, se avessimo messo le foto private, solo i fan e i follower avrebbero pagato per vederle e avremmo limitato un po’ dell’odio e delle minacce. Ora vedo come è apparsa la nostra scelta a molti e trovo orribile aver confuso o urtato qualcuno. Per favore, siate pazienti con me. Non l’ho mai fatto prima. Inciamperò, ma il mio sogno è essere la migliore madre per mia figlia e darle la vita più stabile e amorevole possibile.

@zoelaverne

i love you emersyn raylee 💗 you’re my world 😭💗

♬ Turning Page – Sydney Rose

Per riparare alla leggerezza commessa Zoe Laverne ha deciso di devolvere in beneficienza i soldi guadagnati: “Per risolvere eventuali malintesi, ho deciso di devolvere il ricavato ad altri genitori con bambini che ne hanno bisogno. Daremo i soldi ad un asilo locale“.

Il nobile gesto non ha placato le polemiche, anzi. Sui social sono ricorrenti alcune domande: perché Zoe non ha pensato subito di devolvere i soldi per una giusta causa? Perché gli hater non avrebbero dovuto pagare per vedere le foto e, magari condividerle con gli altri? Che senso ha rendere pubbliche immagini e video del neonato qualche ora dopo? Gli hater esistono solo le prime ore successive al parto?

[FOTO: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *