in

Uccide la fidanzata incinta in diretta su YouTube per 1.000 euro – ecco la tragica storia di un influencer russo

Arriva dalla Russia questa notizia shockante secondo la quale lo youtuber russo Stas Reeflay avrebbe ucciso la fidanzata in diretta per 1.000 euro. Come si è potuti arrivare a questo punto? Facciamo un passo indietro.

Stando a quanto riportato da alcuni media russi e dal sito britannico The Sun, lo youtuber russo Stas Reeflay (30 anni), incalzato da un utente che gli offriva 1.000€, ha chiuso la fidanzata in balcone per 15 minuti. Purtroppo questo gioco demenziale si è velocemente trasformato in tragedia. La ragazza infatti è deceduta poco dopo.

Sembra comunque che Reeflay non sia mai stato un grande esempio da seguire, mostrando sui social la sua vita distorta fatta di alcool e violenza. Sono stati pubblicati dei video shock (che non mostreremo!) in cui la ragazza veniva colpita ed offesa dagli amici Reeflay e da lui stesso e tutto questo in diretta.

Le cause della morte e la gravidanza

A rendere ancora più triste questa vicenda, si aggiunge il fatto che la ragazza fosse incinta. Infatti Valentina – di 28 anni – da un mese era in dolce attesa. Purtroppo le bassissime temperature russe hanno fatto sì che la ragazza sia morta in balcone per ipotermia (il suo corpo è sceso sotto i 35°). Reeflay, il cui vero nome è Stanislav Reshetnikov, ha persino continuato a registrare dopo il primo malore, riportandola dentro casa cercando di rianimarla e chiamando soccorsi. 

Caspita sembri morta. Oddio, non sento più il polso, è pallida, non respira…

Quando il personale medico è arrivato, ormai non c’era più nulla da fare. Reshetnikov è stato arrestato dalla polizia, la quale ha avviato ulteriori indagini. Sembra inoltre che Valentina abbia riportato anche lesioni derivate da percosse, precedenti al tragico episodio finale. Se confermate, le accuse ai danni di Reeflay, lo porterebbero a 15 anni di detenzione in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *