Si chiama “Clickbait Remover for YouTube” e diventerà l’incubo peggiore dei creator furbetti che, per qualche visual in più, sarebbero disposti a vendere la nonna.

Se siete degli avvezzi frequentatori del tubo, vi sarete certamente imbattuti in centinaia di video con miniature e titoli tanto accattivanti quanto fasulli, del tipo: “SCHERZO EPICO FINITO MALE!!”, “HO 12 ANNI E SONO INCINTA?!?!!”, “SONO STATO ARRESTATOO!”.

Lo scopo del clickbait è quello di creare hype ed aspettative nello spettatore che, nove volte su dieci, vengono irrimediabilmente deluse.

La prassi è abbastanza sdoganata, tanto che la maggior parte degli youtuber ammette senza troppi problemi di utilizzare il clickbait per vincere la concorrenza.

Da oggi, però, l’utente medio ha un valido alleato per evitare di cadere in queste becere trappole di marketing: un tool che rimuove i titoli esca dal portale. Basterà istallare questa estensione sul browser di Google e gli imbarazzanti titoli dei video di Carlitadolce, Chiara Facchetti e Chiara Paradisi (tanto per citarne alcune) saranno un lontano ricordo.

Ecco un esempio di immagine anteprima clickbait.

clickbait

Non solo! Si potrà anche aprire una piccola finestra sul contenuto del filmato per capire veramente la reale portata del contenuto, senza farsi ingannare dall’utilizzo di una copertina fittizia.

Insomma, si potrà tornare ai bei vecchi tempi, quando le miniature non erano altro che fotogrammi presi a caso dal filmato, le enormi scritte cartoon e gli occhi strabuzzati alla Roger Rabbit non avevano ancora invaso il tubo e quando tutto risultava più verace e sincero; realmente al servizio dell’utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *