in

Valerio Mazzei lancia un messaggio a chi gli dice che non deve cantare dal palco del Webboh Fest

Valerio Mazzei ha risposto agli hater che non vogliono sentirlo cantare. Ecco cosa ha detto

Valerio Mazzei Webboh Fest
Valerio Mazzei Webboh Fest

Ieri sera Valerio Mazzei, salito sul palco del Webboh Fest ha incantato il pubblico presente a Mirandola (Modena) cantando tre canzoni: Per davvero, Sigaretta (post caffè) e 12 luglio.

Il creator si è emozionato tantissimo soprattutto quando ha eseguito la canzone dedicata alla madre prematuramente scomparsa. Quell’emozione indescrivibile l’ha trasferita ai presenti in piazza che, in una atmosfera surreale (il palco buio illuminato soltanto dalle luci dei flash degli smarthphone), l’hanno cantata insieme a lui, avvolgendolo con la voce come in un abbraccio. Alla fine dell’esibizione Valerio tremava e i conduttori della serata l’hanno tranquillizzato (Zoe Massenti l’ha abbracciato e Andrea Prada gli ha fatto notare come avesse catturato tutto il pubblico).

Durante la serata, però, come gli capita di frequente, Valerio Mazzei ha anche ricevuto degli insulti da persone che vogliono vederlo cantare. Dal palco Valerio ha assicurato che non smetterà di cantare a causa di qualche hater che lo contesta. Successivamente, in un’intervista rilasciata a Il resto del Carlino, ha spiegato:

Io ho hater tutto il giorno, tutti i giorni, ovunque vada a qualsiasi ora. Pochi minuti fa sono andato al bar e mi hanno insultato tre pischelli. Io zitto. Ho detto “ciao” e ho sorriso. Non mi fanno paura. Ai loro attacchi non rispondo. Loro si ricorderanno di me, invece io oggi li vedo e domani mi scordo dei loro volti. Impressi mi rimangono gli occhi e i sorrisi della gente. E sappiate che continuerò a cantare.

[FOTO: Euforika]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *