in

Valentina de Il collegio molestata sul treno! Cosa è successo e come ne è uscita (anche grazie a Maria Sofia!)

Valentina Comelli è stata molestata in treno. Il racconto dell’accaduto e com’è riuscita ad allontanarsi grazie a Maria Sofia Pia Federico.

Valentina Comelli
Valentina Comelli

Meno di una settimana fa vi abbiamo raccontato su Instagram dell’incresciosa disavventura vissuta da Roberta Zacchero, costretta contro la sua volontà a guardare un uomo spogliarsi davanti a lei. Oggi ad essere molestata è Valentina Comelli, protagonista della sesta edizione de Il Collegio. La quindicenne della provincia di Brescia racconta nelle IG Stories:

Quest’oggi una persona anziana mi ha molestata sul treno. Si era seduto vicino a me. Ha chiesto se fossi assonnata, per poi dirmi che ero molto bella. Non avevo il coraggio di guardarlo in faccia, ma dallo specchietto ho visto che si toccava le parti basse dai pantaloni senza interrompersi.

Fortunatamente Valentina ha trovato una scusa per allontanarsi dall’uomo con l’aiuto di Maria Sofia Pia Federico: “In seguito Maria Sofia mi ha chiamata perché l’avevo avvisata della situazione e ha finto di essere il mio fidanzato che stava per venire a prendermi. Mi sono spostata di vagone e l’uomo mi ha salutata dicendo ciao bella come se ne avesse avuto il diritto“. Successivamente la Comelli prova a dare dei consigli alle ragazze:

Se hai con te un cellulare, pensa che puoi sempre telefonare a qualcuno. Visto che vi potreste trovare in questa situazione anche voi, vi consiglio vivamente di tenere memorizzato sul cellulare in selezione rapida un numero telefonico di una persona fidata o anche della polizia. Perché in queste situazioni non bisogna lasciare impunite le persone che molestano e noi vittime non dobbiamo avere paura di uscire per strada, di prendere un treno o fare qualsiasi altra cosa innocua per colpa di questi malati. Sono schifata, disgustata, ma voglio parlarne per dar forza a chiunque stia passando la stessa cosa: sappiate che non è MAI vostra la responsabilità e che NON DOVETE SENTIRVI IN COLPA se siete coinvolt* in queste violenze. Grazie per avermi ascoltata. Vi voglio bene.

Storie del genere, purtroppo, sono all’ordine del giorno. Tenete gli occhi aperti e, se vi trovate in difficoltà, non esitate a chiedere aiuto. Non dovete accettare certi atteggiamenti. Nessuno deve accettarli.

[FOTO: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *