in

TyG3r, l’afro-influencer arrestato a Milano: “Fermato e placcato da otto poliziotti” – ecco cos’è successo

TyG3r fermato dalla polizia. L’afro-influencer ha rivelato aver subito un arresto in alcune Instagram Stories a Milano, poco prima di un incontro con i fan in Piazza Duomo. Dopo aver fornito alcune informazioni sull’accaduto, TyG3r ha registrato un video per IGTV in cui ha chiarito la situazione. Che cosa è successo?

Arrivato in stazione insieme ad altri afro-influencer, il ragazzo ha destato l’attenzione di alcuni poliziotti; inspiegabilmente, a sua detta, dal momento che stava solo parlando dei propri affari con i suoi amici. Perciò, uno degli agenti gli ha chiesto i documenti per l’identificazione. Alla richiesta, TyG3r ha risposto a tono dicendo che si sarebbe limitato a fornire le proprie generalità, senza dare il documento, così come previsto. Il rifiuto, sia pur legittimo, ha scosso l’agente, che ha deciso di portarlo nella stazione di polizia interna allo scalo.

View this post on Instagram

a voi i commenti…

A post shared by TyG3r™ (@tyger.official) on

Non la metterei sul piano di razzismo, è abuso di potere“, ha sottolineato nel video TyG3r, che ha voluto pensare di aver attirato l’attenzione non per il colore della pelle. “Alzati, non fare lo sbruffone”, gli avrebbe detto l’agente lungo il percorso fino alla stazione. Innervositosi, l’influencer è stato poi accusato di aver opposto resistenza al controllo, tanto da meritarsi le manette e una lunga perquisizione, appicciato al muro. Quando gli agenti hanno capito che avevano a che fare con un creator, e non con un delinquente, dopo averlo schedato gli hanno ripetutamente detto di non parlare dell’accaduto.

TyG3r è rimasto nella stazione della stazione per un paio d’ore, rilasciato poi senza alcuna accusa. “Mi volevano sgambettare per finire per terra”, ha dichiarato, aggiungendo poi parole dure legate alla cronaca degli scorsi mesi:

Non voglio finire a terra, non vorrei avvicinarmi al George Floyd milanese.

Mi ha dato fastidio che siamo stati gli unici a dare nell’occhio“, ha detto di sé e dei suoi amici, unico gruppo di ragazzi di pelle nera presente in quel momento in stazione. Tra l’altro, una ragazza della comitiva, dopo essere stata spintonata, è rimasta piuttosto shockava dal fatto. Con un braccio dolorante per l’ammanettamento, TyG3r ha poi aggiunto che il fermo rappresenterà solo “una bolla di sapone” nella sua fedina, in quanto incensurato. Nonostante ciò, lo streamer è apparso piuttosto scosso per l’avvenuto, un’esperienza che nessuno vorrebbe vivere.

@tyg3r_

Abuso di potere? Nah? ig: (tyger.official) #neiperte #perte #viral #polizia #noalrazzismo

♬ SAD! – XXXTENTACION

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Kouvr Annon vittima di body-shaming: “Ho lottato per accettare il mio fisico”. Charli D’Amelio la difende

Nikkie Tutorials, rapinata in casa e minacciata con delle armi: “Un incubo diventato realtà”