in

Tia Taylor vittima di un’aggressione razzista a Milano: “Torna nel tuo Paese” – il video

tia taylor

Tia Taylor è una nota beauty vlogger statunitense trapiantata in Italia ormai da diversi anni. Quest’oggi ha raccontato via Instagram di una vergognosa aggressione razzista avvenuta a Milano.

Via Stories, Tia Taylor ha spiegato di aver vissuto la peggiore giornata in assoluto da quando si è trasferita nel nostro Paese. Ma che cos’è successo esattamente?

tia taylor

La vlogger (fra l’altro, uno degli ambassador e influencer di punta dietro al brand Cosmyfy) si trovava in giro insieme all’amica Macy, con la quale ha pranzato. Al ritorno, sulla via di casa, mentre le due stavano amabilmente conversando, l’uomo in questione ha iniziato a borbottare frasi più o meno incomprensibili. Peccato soltanto che la Taylor abbia prontamente risposto alla provocazione.

Resasi conto che l’individuo ce l’aveva proprio con lei e l’amica, la vlogger ha chiesto spiegazioni. A questo punto, l’uomo ha iniziato ad inveire contro di loro, “invitandole” a parlare italiano, una lingua che lui stesso avrebbe insegnato loro. La cosa, purtroppo, non si è conclusa qui.

Tia Taylor e l’amica sono state rincorse dall’aggressore, con il quale hanno iniziato a litigare a livello dei tornelli. La situazione è degenerata a tal punto che entrambe hanno iniziato, giustamente, ad intimare l’arrivo di una denuncia. Denuncia che, giustamente, è poi effettivamente arrivata.

Tia Taylor, delusa, spaventata e arrabbiata, ha tenuto specificare che l’evento avvenuto quest’oggi è soltanto l’ultimo di una serie. Non è infatti la prima volta, purtroppo, che la youtuber si trova costretta ad avere a che fare con un razzismo tutto, forse anche troppo, italiano. Proprio in tempi non sospetti, a questo proposito, alla vlogger era stata impedita la possibilità di salire su un treno Freccia Rossa poiché uno dei controllori pensava che non se lo sarebbe potuto permettere.

Ecco il video dell’aggressione razzista ai danni di Tia Taylor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *