in

TheShow si chiudono in hotel: nasce un progetto contro l’epidemia da Covid e la crisi – ecco di cosa si tratta

Nuovo progetto per i theShow. Il collettivo di creator, tra i più noti youtuber sulla scena italiana, ha deciso di trasferirsi dal quartier generale di Milano per raggiungere una località segreta e dare vita a una nuova esperienza. Una house, come quelle che negli ultimi mesi stanno nascendo su TikTok? No, direttamente un hotel, dove far nascere theShowLAND, per due obiettivi ben precisi.

Ancora nel pieno della pandemia, i theShow hanno voluto dare un segnale da parte delle comunità del web nei confronti delle piccole e medie imprese legate al turismo, falcidiate dal lockdown. “Un supporto al settore alberghiero italiano, spostandoci da Milano, affittando un hotel a gestione famigliare e trasferendoci con tutto il nostro team per vivere e lavorare insieme”, hanno dichiarato i ragazzi sul profilo Instagram ufficiale. Un sostegno reale, un progetto complesso che ha preso forma nelle prime settimane di quarantena:

theShowLAND permette a noi di continuare a produrre i contenuti che vi intrattengono e ad una realtà alberghiera d’eccellenza di avere clienti in un momento in cui era destinata a rimanere vuota. Abbiamo pianificato tutto durante il primo lockdown per arrivare preparati a questa seconda ondata. Per noi è già un successo, ma stiamo lavorando per fare di più.

Tutti i membri del collettivo vivranno all’interno di questa grande struttura, presentata con un video pubblicato negli scorsi minuti, nel rispetto delle norme anti-contagio. Dopo essere stati tamponati, infatti, tutto il gruppo di lavoro si è recluso nell’hotel, come in un reality, senza la possibilità di interagire con l’esterno:

Tutto è andato per il meglio, il trasferimento è stato completato con successo. Ora siamo isolati dal mondo, non usciremo, ma abbiamo tutto lo spazio necessario per portarvi qualcosa di mai visto prima!

Noi siamo curiosissimi di vedere cosa combineranno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *