in

Chi sono i The Black Boys? Tutto quello che ancora non sapete di loro

The Black Boys
The Black Boys

I The Black Boys sono stati già protagonisti sulle nostre pagine qualche mese fa, per alcune polemiche legate a delle donazioni richieste, fortunatamente chiarite. Anthony e Vincent nel frattempo sono cresciuti e si sono affermati come tiktoker e sono entrati a far parte stabilmente della classifica TikTok, grazie ad oltre 1,2 milioni di follower. Webboh ha deciso di contattare i due giovani per farsi raccontare la loro storia. Ecco cosa ci hanno detto.

TikTok ci ha dato l’opportunità di esprimere il nostro lato ironico, ma siamo anche altro! Iniziamo col dire che siamo due ragazzi che, oltre ai video, hanno avuto una vita molto sofferente.

Prima di TikTok registravamo canzoni con il telefono nell’armadio, perché nessuno capiva il nostro sogno e nessuno ci aiutava a realizzarlo. Per chi non lo sapesse, quello che vogliamo fare, oltre a fare video ironici che fanno sorridere su TikTok, è di diventare rapper. Ci piacerebbe tanto recitare in un film horror (magari nella parte di due gemelli che mettono paura).

Non abbiamo mai amato la scuola, abbiamo sempre desiderato altro, come fare video.

Molti non accettavano la nostra passione, quindi eravamo costretti a registrare video sul nostro canale YouTube da 1 iscritto per strada. Andavamo nei parchi, oppure facevamo semplicemente vlog…ma era molto stressante per noi così mollammo tutto.

Siamo sempre stati derisi da persone che ora vorrebbero stare nei nostri video anche solo per un secondo! Noi siamo sempre andati avanti con il nostro sogno e non abbiamo mai dato importanza alle loro critiche.

Ad un certo punto del nostro percorso, decidemmo di iniziare a pubblicare foto su Instagram come fashion blogger, ma per fare questo ci vogliono fotografi e vestiti. Noi avevamo molti problemi a pagare un fotografo per postare una foto al giorno. Per questo motivo, con la paghetta dei nostri genitori magari non mangiavamo il venerdì, il sabato, la domenica e quando uscivamo con gli amici: non mangiavamo e non ci divertivamo per riuscire a realizzare il nostro sogno.

Un giorno poi, dopo mesi di sofferenza interiore, scoprimmo TikTok. Lo provammo, mettemmo un video, e fece 4000 visualizzazioni. Per noi non erano poche: non avevamo mai avuto 4000 visualizzazioni. Era maggio. Decidemmo di impegnarci per riuscire a realizzare il nostro sogno, ma il nostro obiettivo non era arrivare a 1 milione in un anno..ma a 100 mila! Ad Agosto, appena diventammo un po’ conosciuti su TikTok, non andammo mai al mare per portare sempre nuovi contenuti ai follower. I nostri genitori ci chiedevano sempre:“Ma non venite al mare?”. Noi rispondevamo sempre “No, dobbiamo fare i video”. Non ce ne pentiamo: adesso siamo quel che siamo.

Tutti i video che vedete sul nostro profilo non sono pensati per fare visualizzazioni: siamo due ragazzi che la notte pensano le idee e il giorno dopo le realizzano. Per avere sempre più idee stiamo svegli fino e tarda notte…e ci svegliamo sempre presto al mattino.

Stiamo raggiungendo il nostro sogno da soli (a differenza di altri che hanno bisogno di fare video insieme per fare views in più): noi siamo quelli che siamo senza altre braccia ed altri occhi.

Volete dire qualcosa ai vostri follower?

Ringraziamo tutte le persone che ci seguono… siamo ancora increduli di come sia diventata nostra vita.

The Black Boys social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *