in

Valerio Mazzei e Tancredi insultati ed aggrediti fuori dalla Chill House: “Mi hanno sputato in faccia”

Valerio Mazzei e Tancredi sono stati insultati e aggrediti fuori dalla Chill House: “Mi hanno sputato in faccia”. Ecco la ricostruzione.

Valerio Mazzei e Tancredi Galli
Valerio Mazzei e Tancredi Galli

Tancredi Galli e Valerio Mazzei, due dei membri più seguiti della Chill House, sono stati insultati ed aggrediti da un gruppo di adolescenti. Infatti gli sconosciuti hanno cominciato a suonare insistentemente al campanello della casa (che tra poco verrà sgomberata). Tutta la vicenda è testimoniata da una live di Tancredi Galli, tramite la quale possiamo ricostruire tutte le varie fasi della storia.

Dopo le ripetute citofonate, tramite la diretta, vediamo Valerio Mazzei che incita Tancredi Galli ad incontrare i ragazzi per cercare di risolvere la situazione. Inizialmente Tancredi risponde di essere in live e di non aver voglia di rispondere. Successivamente, però, gli viene riferito che i ragazzi fuori la Chill chiedono proprio di lui. Così, dopo l’ennesima insistente scampanellata, si alza di scatto per andare a vedere cosa sta accadendo.

Il racconto di Tancredi

Poco dopo, ritorna Tancredi in live e spiega cosa è realmente accaduto. Ecco cosa ha raccontato:

Ma ve pare normale a voi? Sono venuti qui fuori tipo sette pischelli, dieci ragazzi a citofonare attaccati al citofono. Ma fisso eh attaccato fisso, quindi sono uscito a sbroccare quando tutti erano già fuori a sbroccare. Ho visto solo gli altri che si stavano per scontrare, faccia a faccia e mi sono messo in mezzo per vedere che succedeva. Dicono che volevano fare una festa. Io gli ho detto che ci sta il Covid, non so se si ne sono resi conto. No regà se stanno per picchiare! Emergenza! Emergenza!

Il discorso viene di nuovo brutalmente interrotto e Tancredi Galli si precipita fuori dall’inquadratura per intervenire a favore dei suoi amici. Quando Tancredi torna in live, questo è quello che dice:

Sono uscito e mi ha sputato in faccia, mi ha letteralmente sputato addosso. Un pischello mi ha detto “fino**hio di m***a” e mi ha sputato addosso. Non so che dire. Fate schifo rega, fate letteralmente schifo. Ve lo giuro non so che dire, ho il sangue al cervello e quel pischello è una m***a, una m***a. Abita qua vicino, di fianco proprio è venuto per prendere per il c**o e poi si è messo a sputare in faccia.

Una vicenda davvero incresciosa che speriamo davvero non si verifichi mai più.

[Foto: Twitch]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *