Clicca su consenti

per attivare la ricezione delle notifiche relative all’oroscopo di Webboh

in

Taag!, nasce un'agenzia per nuovi talenti firmata Monadadori Media: ecco tutte le info!

taag!
Ecco Taag!, la nuova agenzia di Talent Management firmata Monadadori Media. Ecco tutte le informazioni a riguardo.

Oggi, siamo qui per parlarvi di Taag!, la nuova agenzia di talent management attiva nel mondo dell’intrattenimento firmata Mondadori Media. Grazie a questo nuovo progetto, Mondadori Media amplierà la propria offerta, rafforzandosi nel settore delle talent agency. Ma come funziona?

Come vi abbiamo anticipato, Taag! nasce con l’obiettivo di cercare nuovi talenti che rispecchiano svariate figure: dai conduttori tv e radiofonici, fino a cantanti e musicisti, influencer, ma anche content creator e autori, artisti della danza e personaggi televisivi. L’agenzia in questione si occuperà della crescita di questi nuovi talenti, valorizzandoli e indirizzandoli verso un percorso caratterizzato della multimedialità. Del roster, prenderanno parte non solo gli emergenti, ma anche coloro che hanno già intrapreso una direzione già ben solida. Prima di parlarvi dei personaggi di rilievo all’interno dell’agenzia, ci concentreremo brevemente sul mondo della musica. Taag!, infatti, ha stretto un accordo di collaborazione con il gruppo internazionale leader nel settore musicale, Warner Music, con il fine di valorizzare cantanti, artisti, dj e producers.

Ora, passiamo invece a quelli che sono i personaggi di maggior rilievo dell’agenzia. Tra loro, spicca Alfonso Signorini, direttore editoriale di Chi, conduttore televisivo, scrittore, autore e regista che sarà il talent di punta di questa nuova realtà. Inoltre, per contribuire ad una migliore gestione di Taag! Mondadori Media ricorrerà alla collaborazione di Ricky Palazzolo, in qualità di Talent Director. Palazzolo, professionista di grande esperienza nel settore dell’intrattenimento, avrà come obiettivo quello di ingaggiare e valorizzare i talent. Così facendo, verranno messi in relazione i loro interessi con quelli dei brand e degli editori.

[FOTO: ufficio stampa]