in

Alan e Alex Stokes rischiano quattro anni di carcere: ecco cos’è successo

Stokes Twins
Stokes Twins

Incredibile ma vero: Alan e Alex Stokes rischiano quattro anni di carcere per due finte rapine. I ventitreenni gemelli tiktoker più famosi del mondo, celebri per i loro scherzi, secondo la polizia di Irvine avrebbero superato il limite e, se condannati, rischierebbero quattro anni di carcere. Cos’è successo? Ricostruiamo i fatti.

Il 15 ottobre, per realizzare un video per i loro oltre 25 milioni di follower, i gemelli si sono vestiti di nero e, con tanto di passamontagna e borsoni pieni di soldi, hanno chiamato un Uber. L’intenzione era quella di utilizzarlo per fuggire dopo una finta rapina in banca. L’autista si è rifiutato di caricare i fratelli. Un passante, assistendo alla scena, pensando che stessero cercando di rubare l’auto dell’autista, ha chiamato la polizia.

Le forze dell’ordine di Irvine hanno preso in custodia l’autista Uber e gli Stokes. Successivamente ha rilasciato sia il conducente, che era estraneo ai fatti, sia i gemelli, ammonendoli per il loro comportamento.

Secondo l’ufficio del procuratore distrettuale i fratelli hanno eseguito lo stesso tipo di scherzo quattro ore dopo. La location? Il campus dell’università cittadina. La conseguenza? La stessa: un testimone ha contattato nuovamente la polizia. La cosa non è piaciuta al procuratore distrettuale Todd Spitzer che ha spiegato (fonte Deadline):

Le forze dell’ordine hanno giurato di proteggere le persone e se qualcuno chiama il 911 per denunciare una rapina, noi rispondiamo, perché è nostro compito proteggere delle vite.

In questo caso, invece, abbiamo scoperto che non si trattava di una rapina ma di una specie di tentativo contorto di guadagnare più popolarità su Internet mettendo inutilmente in pericolo le persone e gli agenti di polizia.

Questi non sono scherzi, ma crimini che avrebbero potuto provocare gravi ferite o addirittura la morte di qualcuno.

Risultato? Alan e Alex Stokes sono stati accusati di falsa reclusione effettuata con violenza, minaccia, frode o inganno e di falsa allerta delle forze dell’ordine. Lo scherzo potrebbe costare caro: 4 anni in una prigione di stato.

Hanno esagerato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *