in

Spottedlandi, una tiktoker ha partecipato alla nuova edizione di Italia’s Got Talent: ecco com’è andata

Spottedlandi
Spottedlandi

Ieri sera, durante la seconda puntata di Italia’s Got Talent, i quattro giudici del talent di Tv8 hanno dovuto valutare una conoscenza di TikTok Italia, Spottedlandi. Miriam, CEO of “In Naples we don’t say”, ha portato in tv i suoi sketch che spiegano il dialetto napoletano agli americani in modo ironico. La performance è stata molto apprezzata da Joe Bastianich, Frank Matano, Federica Pellegrini e Mara Maionchi che le hanno dato quattro sì.

Durante l’esibizione la Landi ha proposto alla giuria di ripetere in napoletano alcune frasi tradotte dall’inglese:

Are you still talking? – Sput ‘nu poc ‘nderr.

Enjoy you life! – Magnatell n’emozione

Get off me! – Scinneme ‘a cuollo!

Goosebumps – O’ Fridd ‘nguoll

Break a leg! – ‘A Marònna t’accumpagna

Per chi non conoscesse Spottedlandi facciamo un passo indietro. Miriam è una diciannovenne napoletana che studia Biologia all’Università Federico II. In un’intervista rilasciata a luglio a Fanpage ha spiegato com’è nata l’idea:

È nato tutto per gioco. Ero sotto esame e avevo bisogno di una distrazione, qualcosa che mi facesse staccare per un attimo il cervello dallo studio. Visto che da qualche tempo facevo già esperimenti su Tik Tok, e che questa idea mi frullava già in testa, ho deciso di provare a fare il primo video. Tik Tok funziona molto a tentativi: hai un’idea e la proponi, ma non sai se andrà bene, se piacerà. Per fortuna, i miei video “In Naples we don’t say” sono andati molto bene.

@spottedlandi

Nuovo “In Naples we don’t say…” direttamente dalla mia stanzetta questa volta (di nuovo) putroppo?? #napoli #napolitiktok #tiktoknapoli

♬ suono originale – Miriam Landi

[FOTO Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *