in

Simone Vandelli, ecco come e perché è dimagrito Wando

Simone Vandelli è uno dei creator più amati e seguiti di YouTube, Instagram e TikTok (conta rispettivamente 141mila, 594mila e 1.1 milioni seguaci). Nella sua esperienza sui social, Simone ha spesso parlato del profondo cambiamento fisico che lo ha portato a perdere molti chili. Prima di diventare tonico e muscoloso, Simone ha vissuto da ragazzo in sovrappeso, toccando le tre cifre sulla bilancia. “O mi accettavo, o non andavo avanti”, ha scritto in questo post dell’aprile del 2018. Con impegno e dedizione, Simone si è liberato del peso che considerava in eccesso. Come? Non è stata una passeggiata, come dichiarato in un post su Ask.fm:

Ho fatto molti sbagli, tra cui non mangiare e infatti in un allenamento di basket svenni e fu una bella lezione. Ho iniziato a mangiare bene e correre, correre un sacco!

Dieta equilibrata e sport, due elementi semplici che hanno permesso a Simone di riprendere in mano la sua vita, più sana e più bella. In questo post del 2017, Simone Vandelli ha deciso di dire grazie a sé stesso, consigliando a tutti i ragazzi con la sua stessa storia di non mollare mai.

Stasera sono qui solamente per dire grazie a me stesso, che nonostante la poca voglia e soprattutto all’inizio la veramente poca speranza che riponevo in me e in ciò che facevo, sono riuscito ad andare avanti, continuare ciò in cui ho sempre creduto e non smettere mai di allenarmi. Non è un risultato assurdo, ho già perso 30 kg, però sono fiero di me, anche di questo nuovo obbiettivo raggiunto. Perché questo è stato il frutto di tanta voglia, buon allenamento e soprattutto una buona alimentazione. Con questo vorrei dirvi di non fermarvi MAI al primo ostacolo, prima di vedere un minimo risultato sono passati giorni, forse anche qualche settimana. Grazie Simone, che continui a fregartene di ciò che la gente ti dice e vai sempre dritto per la tua strada, ho imparato tanto da me stesso, tanto ancora imparerò col tempo.

E mi raccomando: bisogna sempre, e dico sempre, la water!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *