in

E’ vero che Simba La Rue “rischia di perderne l’uso della gamba” ma è ancora in carcere? Facciamo chiarezza!

Simba La Rue potrebbe perdere l’uso di una gamba. Il suo legale chiede il trasferimento al carcere all’ospedale, cosa c’è di vero?

Simba La Rue
Simba La Rue

Simba La Rue è stato arrestato, e attualmente si trova dietro le sbarre del carcere San Vittore. Secondo quanto raccontato dai suoi legali, il trapper presenta uno stato di salute allarmante e deve essere operato d’urgenza se non vuole rischiare di perdere l’uso di una gamba. Nonostante i solleciti del legale per il trasferimento in ospedale, Simba si trova tuttora dentro la cella. Ma facciamo un passo indietro.

Simba La Rue è stato arrestato a causa delle sue aggressioni culminate con un sequestro avvenuto il 16 giugno ai danni del capo della gang rivale Baby Touchè. Attualmente il rapper si trova dietro le sbarre ma il suo avvocato ha richiesto il trasferimento in ospedale. Il detenuto infatti necessiterebbe, secondo chi lo assiste, un intervento neurochirurgico poiché in seguito ad un accoltellamento ha subito una duplice lesione al tendine femorale. 

Il legale di Simba, Marco Vecchioni, ha ottenuto il trasferimento in ospedale e quindi Simba deve essere operato, ma a distanza di una settimana non c’è ancora una data fissata per l’intervento. Le condizioni del rapper purtroppo si aggravano sempre di più. Più passa il tempo, più aumenta il rischio che possa perdere una gamba. L’avvocato a tal proposito ha detto:

Il mio cliente ha avuto un aneurisma ed era ricoverato quando è stato portato in carcere. Gli è stato reciso in due punti il tendine femorale e necessita di un intervento neurochirurgico per un recupero in termini di deambulazione. E’ detenuto da due settimane e mezzo e va bene che c’è stato ferragosto, ma qui c’è di mezzo la gamba di un ventenne, che rischia di perderne l’uso”.

Quindi sì, tutto quello che leggete sul web in merito a questa vicenda è vero!

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.