Clicca su consenti

per attivare la ricezione delle notifiche relative all’oroscopo di Webboh

in

Come sta Shiva, ora che è in carcere? I suoi avvocati rompono il silenzio e rispondono alla domanda!

Shiva
Come sta Shiva? I suoi avvocati rompono il silenzio e rivelano la sua situazione attuale e la sua versione dei fatti!

Lo scorso 26 ottobre il rapper Shiva è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio, possesso abusivo di arma da fuoco ed esplosioni pericolose. Ora lui è detenuto nella casa circondariale San Vittore. Le ultime informazioni che abbiamo sul ragazzo provengono dal suo migliore amico Agostino Catanzariti, che ha comunicato ai suoi fan che lui sta bene. Ad oggi abbiamo nuovi dettagli sul suo stato attuale, rivelati proprio dai suoi avvocati che hanno finalmente rotto il silenzio. Ecco cos’hanno dichiarato!

Il team legale di Andrea Arrigoni, costituito da Daniele Barelli e Marco Campora, ha deciso di esporsi in favore del rapper, rassicurando tutt* i fan sulle sue condizioni attuali e sulla linea di difesa. “Non ha mai voluto ferire e tantomeno uccidere qualcuno. Ha solo reagito a delle aggressioni”. Questa è la versione dei fatti accaduti a luglio, raccontata da Shiva durante gli interrogatori, che ha scelto di collaborare con la giustizia, così da poter arrivare a capo della faccenda. Tra le dichiarazioni dei suoi avvocati, infatti, emerge proprio la premura nell’evidenziare l’intenzione del ragazzo di difendersi dall’aggressione. Lui ha volontariamente sparato verso il basso senza provocare delle ferite letali. Secondo loro è necessario specificare che non si tratta dell’unico assalto subito dal loro assistito, che nei mesi precedenti aveva già subito numerosi episodi di violenza simili.

I legali rappresentanti del rapper hanno concluso il loro commento parlando proprio del suo stato di salute. Lui sta bene, è sereno e confida nell’azione della giustizia, e non vede l’ora di ricominciare a fare musica, contando sull’affetto dei suoi fan, che possono anche supportarlo con delle lettere, da spedire direttamente all’indirizzo del carcere. Le stesse informazioni arrivano anche dalla sua casa discografica Milano Ovest su Instagram, che ha commentato il tutto con #freeshiva.

Hai mai pensato di spedire una lettera a Shiva per supportarlo?
Si, l’ho già fatto!
No, ma lo farò!
Preferisco di no!

[FOTO: Instagram]