in ,

Fiori e demoni: di cosa parla il nuovo libro di Sebastiano Marraro?

Sebastiano Marraro Fiori e demoni
Sebastiano Marraro Fiori e demoni

Il 25 giugno è uscito Fiori e demoni, il nuovo libro di narrativa edito da Rizzoli, scritto da Sebastiano Marraro. Per l’influencer milanese classe ’96 è la seconda opera dopo Va tutto bene pubblicato nel 2018.

E’ UN LIBRO PARTICOLARE CHE TRATTA TEMATICHE SPINTE E PROFONDE, NON E’ UN LIBRO CON FRASI DA BACI PERUGINA, SE NON AMATE LA REALTA’ LASCIATELO PURE TRA GLI SCAFFALI IN LIBRERIA.

Fiori e demoni trama

Vorrei dirti “ti amo” ma non te lo dico.Perché non ti amerò.E se tu mi amerai, troverai qualcun altro che ti ameràcome io non sono stato capace di fare.Matias non sa più amare. O forse, la vita gli ha insegnato che farlo può essere molto pericoloso, perché si rischia sempre di essere abbandonati o traditi dalle persone a cui abbiamo affidato il nostro cuore: da un padre che beve fino a perdere i sensi o da una madre che si è scordata di avere un figlio. Ma va tutto bene, sempre e comunque. Davanti agli altri, agli occhi del mondo, Matias è un ragazzo bello e dannato che ha successo con le donne e può sceglierne ogni sera una diversa. Nessuno sa che le notti per lui sono maledette e insonni e le giornate piene di un vuoto che niente può riempire. Nel sesso sfoga i suoi demoni più oscuri, mentre solo la scrittura gli tiene compagnia: sulla pagina, infatti, riesce a far vivere le emozioni che non è più capace di provare. Fino a quando, tra gli scaffali di una libreria, incontra Lei. Ginevra. I suoi occhi e le sue labbra sono una promessa di felicità. Non può ancora immaginare, Matias, che il destino ha messo sulla sua strada un angelo caduto, e che Ginevra è una creatura ferita proprio come lui. Ma dopo quell’incontro, niente sarà più come prima.

Perché Sebastiano ha scritto il libro?

Sebastiano Marraro ha spiegato in una storia di Instragram come mai ha iniziato a scrivere:

Non ho iniziato a scrivere come passatempo o perché qualcuno ha voluto che lo facessi, la mia scrittura è nata negli angoli bui, nel silenzio, dove la strada è fredda e i cuori della gente, caldi. non apprezzo vedere il “successo” che ottiene chi si vende e “scrive” soltanto per illudere la gente e ricevere riscontri positivi, e sono sicuro che anche quest’anno resterò deluso da quello che il destino ha riservato per me…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *