in

Sara Verde racconta come ha scoperto di avere un’identità di genere non binaria e cosa significa!

Sara Verde ha raccontato come ha scoperto di avere un’identità di genere non binaria e che cosa significa – ecco le sue parole!

Sara Verde persona non binaria
Sara Verde persona non binaria

Cosa significa avere un’identità di genere non binaria? Sara Verde lo ha spiegato in una recente intervista a Freeda raccontando anche la sua esperienza personale. Poi l’influencer ha dato anche consigli e suggerimenti ai suoi follower o comunque alle persone che stanno affrontando lo stesso percorso di conoscenza di sé. Ecco che cosa ha detto.

A una persona che sta iniziando adesso il percorso di consapevolezza di sé, direi di non avere paura, perché sicuramente ci sono tantissime altre persone che stanno vivendo quello che vivi tu. (…) La consapevolezza che io non ero solo a vivere quella determinata cosa mi ha aiutato veramente tanto, perché la comunicazione è importante non solo per far conoscere agli altri te stesso o te stessa. A volte può servire a far conoscere entrambe le persone contemporaneamente.

Ed è stata proprio la comunicazione, infatti, ad aiutare Sara Verde. Come ha raccontato, grazie a una conversazione con la sua ex e grazie alle sue domande, ha capito molte cose:

Ho iniziato a parlare ad alta voce di questa cosa della mia ex ragazza. Lei chiaramente mi faceva le domande ad alta voce che io avevo in testa e mi sentivo obbligato a quel punto a rispondere. Non era un obbligo costretto, era piacevole perché sentivo che quella persona voleva capire con me. Ed è proprio questo che mi ha aiutato: il non sentirmi solo; vedere che anche altre persone volevano capire perché io mi sentivo così.

Prima di arrivare a capire questo aspetto di sé, però, l’influencer ha vissuto un’adolescenza piuttosto tormentata:

Io avevo rapporti sia romantici che sessuali con uomini; questa cosa mi creava un fortissimo disagio. Quando poi ho capito che mi piacevano le ragazze ho sentito questa liberazione, parziale però. Infatti continuavo a percepire, anche e soprattutto durante i rapporti sessuali con le ragazze, un fortissimo disagio, soprattutto in relazione ad alcune parti del mio corpo. Il momento preciso in cui ho capito di essere una persona non binaria è stato quando ho iniziato ad accettare di provare disforia. Chiaramente la parte che più mi crea disforia è il seno infatti porto sempre fasce di vario genere.

@freeda_it

Rispondi a @fabioladi A grande richiesta ecco l’intervista completa di @saraverd, TikToker e studente di psicologia, che ci ha raccontato la sua esperienza in quanto persona non binary. Dopo aver accettato di provare disforia, ha intrapreso un percorso, fatto anche di ansia e angoscia, per comprendere la sua identità; oggi si sente pienamente se stesso e vuole far sentire meno sole le persone che stanno vivendo un percorso simile #Nonbinary LGBTQIA+ #ComunitàLGBT #SaraVerde #Intervista #IdentitàDiGenere

♬ suono originale – Freeda

[Foto: Instagram / TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.