in

Samantha Frison è stata aggredita durante la sua vacanza a Barcellona, ecco cosa è successo!

Nelle sue Storie di Instagram, Samantha Frison ha raccontato di essere stata aggredita e derubata durante la sua vacanza a Barcellona

Samantha Frison è appena tornata da una vacanza di 7 giorni a Barcellona durante la quale non ha raccontato molto dell’esperienza. Nelle sue Storie di Instagram, oggi, ha però trovato il coraggio di spiegare a tutti le cose brutte che sono successe a lei e ai suoi amici. La creator è stata aggredita e derubata e, in quei pochi giorni in Spagna, ha dovuto chiamare la Polizia anche più di una volta. Ecco che cosa è successo nello specifico.

Mi avevano avvisato che Barcellona era una città un po’ pericolosa ma non pensavo fino a questo punto. Lunedì esco con degli amici e, quando stavamo tornando in hotel – in una delle vie più grandi, una buona posizione – mi si affianca un tipo. Cerco subito di superarlo; avevo il telefono in mano, nascosto sotto la giacca. Quando faccio per superarlo, lui si gira e mi prende il telefono. Io lì per lì non glielo stavo dando cioè non volevo darglielo, dentro ci sono tante cose importanti. C’erano altri due tipi che stavano venendoci incontro e ho visto Brandon per terra con loro attorno. Quindi gli ho subito lasciato il telefono, non volevo rischiare, anche il poliziotto mi ha detto che ho fatto benissimo così. Poi è intervenuta una persona e loro sono scappati con il mio telefono.

Queste le sue parole. Turbata dall’evento, Samantha Frison è comunque riuscita a superare tutto con il sorriso:

Sono stata strattonata di brutto e sono rimasta senza telefono ma il modo in cui ci hanno aggredito mi ha traumatizzata: continuavo a vedere questa scena nella mia testa. Alla fine il telefono è una cosa materiale. Io sono stata da Dio senza, anzi, forse è stato meglio così ma se me lo avessero rubato in un altro modo sarebbe stato meglio. Comunque per fortuna mi hanno preso solo il telefono e non la borsa né niente. Avevo la SIM dentro e tutto quindi appena sono arrivata in Hotel ho bloccato il telefono con Trova il mio iPhone.

E questa non è neanche l’unica volta in cui si è trovata a dover chiamare la Polizia, ha aggiunto.

Il giorno dopo propongo ai miei amici di distrarci andando a fare shopping in pieno centro, nella piazza principale, in pieno giorno. (…) Vedo questi due soggetti che iniziano a seguirci di negozio in negozio quindi a un certo punto suggerisco al mio amico di vedere se davvero ci stavano seguendo. Questi tipi sono stati mezz’ora all’entrata del negozio aspettando che noi uscissimo. Non so se volevano solo spaventarci o se volevano derubarci però ho chiamato la commessa e le ho chiesto aiuto. Quindi anche lì ho chiamato la Polizia che ci ha scortato fuori.

Ciononostante, ha raccontato, è stata una vacanza bellissima e divertentissima durante la quale ha avuto modo di riassaporare un po’ di libertà, sebbene questi spiacevoli avvenimenti.

[Foto: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *