in

Rosario Muniz fa un appello a Barbara d’Urso: “Non riesco a trovare lavoro, sono disperato: aiutami”

Dopo Chiara d’Alessandro, Follettina Creation, Stefanino, Il Contabileh, La Diva del Tubo e Denis Dosio, un altro fenomeno del we (o presunto tale) si candida per andare come ospite nel salotto di Barbara d’Urso. Stiamo parlando di Rosario Muniz, il divo trash divenuto molto celebre negli scorsi anni per i suoi video sboccati, deliranti e fuori dalle righe.

Rosario Muniz, che sul suo canale Instagram oggi vanta più di 10 mila follower, ha infatti rivolto un accorato appello alla conduttrice nelle ore scorse. Muniz, a quanto pare, si troverebbe oggi in gravi difficoltà economiche e non riuscirebbe in alcun modo a trovare lavoro.

rosario muniz

Il problema sta in buona sostanza nel fatto che, dopo essere diventato un personaggio (controverso) del web, nessuno vuole prendere l’uomo come dipendente.

Ecco le parole dello “youtuber”, oggi diventato “imitatore”, se così lo vogliamo chiamare, su Instagram:

Cara Barbara, sei il mio mito, Sono Rosario Muniz.

Purtroppo dopo i video che ho fatto qualche anno fa con Il mio manager (che ho lasciato), mi ha costretto a fare quei video trash, purtroppo non riesco a trovare lavoro da nessuna parte. Vorrei sfondare nel mondo dello spettacolo come artista serio. Ballare, cantare e recitare lo faccio su Instagram, spero che tu mi segua. Purtroppo dopo quei video volgari su Youtube non riesco a trovare lavoro da nessuna parte.

Aiutami ti prego sono disperata, ti prego Barbara, Ivan Roncalli. Sono Rosario Muniz non riesco a trovare lavoro da nessuna parte. Aiutami ti prego Barbara.

View this post on Instagram

L’appello di Rosario Muniz a Barbara d’Urso ?

A post shared by Ghetto Trash (@ghetto_trash) on

Il video a cui fa riferimento Rosario Muniz, in particolare, viene da un periodo molto buio nel quale la “webstar” era stato assoldato da Andrea Diprè. L'”avvofatto” era diventato ai tempi molto celebre per la sua incredibile capacità di scovare sul web casi umani e sfruttarli a favore di visualizzazioni.

Ecco uno dei “video volgari” a cui ha fatto riferimento Rosario Muniz!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *