Clicca su consenti

per attivare la ricezione delle notifiche relative all’oroscopo di Webboh

in

Ronnie Rodney è il nuovo Jonathan Galindo? E’ una fake news! Ecco la vera storia di un personaggio inventato

Ronnie Rodney
Su TikTok c’è un nuovo personaggio che spaventa gli utenti: Ronnie Rodney. C’è chi pensa che possa fare male a chi gli risponde in DM. Ovviamente è tutto falso. Vi spieghiamo perché e vi raccontiamo com’è nata la maschera.

Da qualche giorno su TikTok e Instagram c’è un nuovo personaggio che terrorizza gli utenti, tanto quanto aveva fatto Jonathan Galindo due anni fa. Lui si chiama Ronnie Rodney e perseguiterebbe chi risponde ai suoi messaggi in DM fino, addirittura, a far del male ai ragazzini. Cosa c’è di vero in tutto questo? Assolutamente nulla. Per dimostrarvelo vi racconteremo come è nata la sua maschera, quella di un clown da rodeo, con barba rossiccia, maglia con stampa, il cappellino, guanti, jeans corti tenuti su dalle bretelle. Mettetevi comodi. Iniziamo dalla fake news.

Cosa si dice su Ronnie Rodney? Secondo la notizia che è circolata su TikTok, il personaggio in questione contatta per lo più ragazzini suoi social. Chi risponde o visualizza, rischia di essere perseguitato per sempre. Anche se lo si blocca è in grado di contattare gli account, che può pure prendere, perché è un hacker. Insomma è un genio del male. Non solo: dopo sei giorni dall’inizio della persecuzione, alle 3:33 va a casa del perseguitato, ma non sempre. Il malcapitato che avrà a che fare personalmente con Ronnie, il terzo giorno a quell’ora avrà la connessione wifi bloccata per 5 ore. Tra l’altro a volte non è nemmeno lui a venire ad andare a casa delle vittime, ma manda le informazioni al dark web. In Messico due ragazzini che si scrivevano con Ronnie sono scomparsi.

La storia è poco convincente sin dal principio. Intanto perché non si capisce il senso di perseguitare dei ragazzini, Poi: perché alle 3:33 (di quale fuso orario? Dove abita Ronnie?)? Perché la dovrebbe bloccare la connessione wifi per 5 ore? Perché dovrebbe rivendere le informazioni sul dark web e non fa tutto da solo? Senza contare che NON ci sono notizie di ragazzini scomparsi in Messico per mano sua e, soprattutto, non ci sono informazioni legate al suo nome. Esiste un Ronnie Rodney Ebanks, che è stato arrestato cinque giorni fa per la quarta volta alle isole Cayman per atti osceni e per aver adescato alcuni ragazzini in spiaggia. L’uomo, però, non è quello mascherato, ma potrebbe aver ispirato l’ideatore di questo personaggio inventato.

Webboh ha deciso di prendere un’immagine di Ronnie Rodney e di caricarla su Google Immagini per scoprire la reale provenienza della maschera e… c’è una corrispondenza: la foto è quella di un clown, chiamato Rowdy Rodney, creato ad aprile dal character designer, creatore di maschere e performer Samuel Canini. Lui stesso su un forum spiega come l’ha creata:

E’ una mia libera interpretazione dello stile di un clown da rodeo… la maschera è una Zagone Studios Uncle Bob modificata a cui ho aggiunto alcuni tocchi di pittura da clown e incollato una barba, motivo per la quale ha un aspetto bicolore. La maglietta l’ho comprata quasi 10 anni fa da Redbubble. L’artwork è di Van-weasel Van-weasel. Ho fatto una macchia di tè pesante sui guanti e una macchia di tè moderata sulle bretelle, perché originariamente erano di un giallo limone brillante.

Quindi, qualcuno ha semplicemente preso le immagini della sua maschera e altri video che ha realizzato, che si trovano sul suo profilo Instagram, e li ha pubblicati sul profilo TikTok (tra l’altro un’altra sua maschera è stata utilizzata in passato per creare il personaggio di Jonathan Galindo).

Per questo possiamo tranquillamente affermare che Ronnie Rodney NON esiste. E’ importante ricordare che quello che può nascere come uno scherzo, come in questo caso un profilo di un personaggio inesistente, può essere utilizzato da malintenzionati per adescare ragazzi. Questo discorso vale sempre a prescindere dai personaggi paurosi che vengono creati ogni anno: bisogna sempre fare attenzione a rispondere agli sconosciuti. Perché, anche se le maschere sono false, il pericolo è reale. Se c’è qualche sconosciuto che vi contatta, parlatene tranquillamente con i vostri familiari o con i vostri professori, che sapranno ascoltarvi e consigliarvi cosa fare. Ribadiamo: fate sempre attenzione.

[FOTO: Instagram]