in

Roberta Zacchero criticata per le foto in ambulanza: “Fai perdere tempo ai medici”, ma lei chiarisce tutto!

Roberta Zacchero pubblica su Instagram un post di sensibilizzazione, ma qualcuno non l’ha compreso: le sue ragioni!

Ogni anno, il 25 novembre è la giornata in cui tutto il mondo si ferma per un attimo a riflettere. L’occasione giusta per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne, affinché ogni giorno si possa combattere contro i soprusi di genere. Non mancano infatti i contenuti da parte di creator o influencer incentrati sull’argomento. C’è chi si scatta delle foto vestito di rosso, scrivendo una dedica. Chi racconta storie di ragazze e donne, che non hanno più la voce per raccontare la loro vita spezzata.

Un post specialmente, però, ha attirato particolarmente l’attenzione della community. Parliamo di quello di Roberta Zacchero, che ha deciso di pubblicare un post a tema su Instagram. Nella foto però non è sola: infatti nel primo scatto si trova lei sopra una barella, vestita di rosso e del personale della Croce Rossa che le si trova vicino. Il secondo scatto invece ritrae sempre Roberta in compagnia di tre medici della Croce Rossa, con il veicolo di questi ultimi alle loro spalle.

@robertazacchero

guardami vivere la vita più folle❤️😂

La ragazza ha pubblicato inizialmente un video su TikTok, mettendo un POV e scrivendo che aveva convinto la Croce Rossa a farsi scattare delle foto all’interno dell’ambulanza. Successivamente ha pubblicato sull’altro social il post con le due foto. Roberta ha dedicato alcune parole di ringraziamento a chi salva la vita alle donne che subiscono violenze, scrivendo successivamente una citazione di Maya Angelou:

Ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne.

Non sono mancate tuttavia le critiche. “Non ci credo“, “no questo no”, si legge sotto al TikTok di Roberta Zacchero, che ha spiegato ai suoi follower di TikTok di raggiungerla su Instagram per comprendere il messaggio della foto. Roberta ha in seguito utilizzato altre due righe sotto il suo post, spiegando di non aver rubato troppo tempo ai collaboratori della Croce Rossa Italiana, usando solo due minuti del loro tempo per realizzare gli scatti.

Ovviamente ci sono stata due minuti per non rubare il loro prezioso tempo. Tutto questo per ringraziare la Croce Rossa Italiana e ricordare le vittime di femminicidio.

Condividete la scelta stilistica per il post di Roberta? Il messaggio è senza dubbio da non sottovalutare, anche oggi, all’indomani del 25 novembre!