Clicca su consenti

per attivare la ricezione delle notifiche relative all’oroscopo di Webboh

in

Ma quindi... com'è andata con le elezioni europee? ecco i risultati spiegati in maniera semplice!

elezioni-europee-2024
Quali sono i risultati delle elezioni europee 2024? Cosa succede ora? Ecco la spiegazione in maniera semplice!

L’8 e il 9 giugno in tutta Europa si sono svolte le Elezioni Europee. Cioè? Tutti i cittadini degli Stati europei, compresa l’Italia, sono stati chiamati a votare per la composizione del Parlamento europeo, che è un’istituzione politica che comprende i rappresentanti di tutti i Paesi dell’Unione europea dove i componenti sono scelti democraticamente dai cittadini. L’Unione Europea è attualmente composta da 27 Stati membri ufficiali, ed è nata all’inizio degli Anni Sessanta grazie al processo di aggregazione che ha sancito il riavvicinamento tra le nazioni piagate dalla guerra. Il Parlamento europeo invece si trova tra Strasburgo e Bruxelles, ed è composto in totale da 720 membri (di cui 76 italiani) + un presidente (dal 2022 è la politica proveniente da Malta, Roberta Metsola), che restano in carica per cinque anni.

E quindi? Quindi l’8 e il 9 giugno in tutta Europa si sono svolte le elezioni, compresa l’Italia. Come funzionano le elezioni? In due giornate, le persone maggiori di 18 anni hanno potuto scegliere se andare al voto. Ciascuno ha potuto scegliere (con una “X”) un partito e ha potuto esprimere fino a 3 preferenze (cioè fino a 3 nomi di politici… “preferiti”, purché siano di sesso differente). Ma chi viene eletto? Chi ottiene più voti. Infatti il sistema italiano è quello “proporzionale”, e quindi il numero di deputati eletti da un partito vengono stabilito in proporzione al numero di voti che riceve. I partiti con meno del 4% di voti, invece, non vengono rappresentati nel Parlamento europeo.

Elezioni Europee 2024: i risultati spiegati in maniera semplice

Anzitutto bisogna partire da un dato. Quante persone hanno votato? Poche, c’è stato un record negativo. Infatti ha votato solo il 49,69% delle persone aventi diritto. Meno di un italiano su due. E i risultati? Il partito dell’attuale presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ovvero Fratelli d’Italia, ha ottenuto il 28,8% di voti, una percentuale più alta di quella ottenuta alle elezioni del 2022, ed è risultato il primo partito. Al secondo posto si è piazzato il Partito Democratico guidato da Elly Schlein con il 24,1% (comunque in crescita rispetto alle precedenti votazioni), mentre al terzo posto c’è il Movimento 5 Stelle guidato da Giuseppe Conte con il 10% (in calo). Forza Italia ha sorpassato la Lega con il 9,6%, contro il 9% del partito di Matteo Salvini. Alleanza Verdi-Sinistra ha ottenuto il 6,7%, ben sopra le aspettative.

Ci sono altri dati da analizzare. Fratelli d’Italia è stato il partito più votato in 73 province su 107. Tra gli elettori tra i 18 e i 29 anni, il Partito Democratico è risultato al primo posto con il 18% dei voti. Il Movimento 5 Stelle al secondo posto con il 17%, seguito da Alleanza Verdi Sinistra con il 16%, poi Fratelli d’Italia con il 14%, Forza Italia con il 9%.

E poi… Tra i voti degli studenti o lavoratori fuori sede (cioè studenti o lavoratori che hanno richiesto di poter votare in un luogo diverso da quello di residenza), il partito Alleanza Verdi Sinistra ha ottenuto il 40,4% ed è risultato il primo partito. Al secondo posto, il PD con il 25,5%, poi Azione con il 10,2%. Qui il partito di Giorgia Meloni è al 3,4%, mente la Lega allo 0,5% con soltanto 93 voti (come racconta il sito You Trend).

Elezioni europee, e ora? Che succede?

E ora? Che succede? Nel resto d’Europa i risultati delle elezioni hanno scatenato uno scossone. In Francia il presidente Emmanuel Macron ha deciso di sciogliere il parlamento francese perché il suo partito è stato pressoché doppiato dall’avversaria politica Marin Le Pen: ci saranno le elezioni a fine giugno. Anche in Belgio il primo ministro ha ammesso la sconfitta del suo partito e si è dimesso. Anche in Germania il partito di “ultra-destra” (così viene definito) ha sorpassato il partito del cancelliere Scholz. In generale, in tutta Europa la destra ha ottenuto una marea di voti, tranne nei Paesi del nord (come la Danimarca, la Finlandia e la Svezia).

I prossimi step quali saranno? Dal 16 al 19 luglio ci sarà il primo incontro del nuovo Parlamento europeo a Strasburgo. In quell’occasione verrà proclamato un nuovo Presidente della Commissione europea. E poi? I componenti del Parlamento europeo si dovranno suddividere in gruppi politici (sono 7 i gruppi: popolari, socialisti, liberali, verdi, conservatori…), in base alla provenienza politica del proprio partito. Principalmente, il ruolo dei parlamentari europei è quello di garantire il funzionamento democratico delle istituzioni dell’Unione Europea (possono discutere, modificare e bloccare atti legislativi) e rappresentare gli interessi dei cittadini nel processo legislativo europeo.