in

Usano gli stickers sul Ramadan per parlare d’altro, una tiktoker se la prende (anche con Giulia Salemi): “Zero rispetto”

Molti tiktoker hanno usato lo stickers del Ramadan per aumentare le views alle Stories. Aida Diouf interviene: “Zero rispetto”.

Il 2 aprile è iniziato il Ramadan, e anche quest’anno Instagram ha deciso di celebrare la religione islamica. Questi stickers sono stati rilasciati proprio in occasione del nono mese del calendario musulmano in cui tutti i fedeli, dall’alba al tramonto, praticano il digiuno in ricordo della prima rivelazione del libro sacro del Corano a Maometto. Non è la prima volta che la piattaforma decide di celebrare eventi importanti come già successo con il Natale, il Nowruz, il Pride. Spesso, però, succede che questi stickers vengono utilizzati senza cognizione di causa.

Basta aprire le Stories per rendersene conto. Troveremo, infatti, una marea di tiktoker o influencer che hanno utilizzato lo Stickers per parlare di tutt’altro (e magari per aumentare le visualizzazioni del proprio profilo). Aida Diouf, che da ieri pratica il Ramadan, non ha per niente apprezzato questo atteggiamento:

“Che nervi i tiktokers che usano lo stickers del Ramadan e parlano o postano tutt’altro… ZERO RISPETTO! Cee io clicco la storia in evidenza del Ramadan per vedere i miei fratelli/sorelle musulmani/e come lo stnano vivendo o per vedere i non musulmani augurarcelo… non per vedere i vostri nuovi post che non c’entra NIENTE. E poi saranno le stesse persone che dicono “Ramadam””.

Instagram

Tra i tanti creator ad aver utilizzato lo Stickers in maniera scorretta c’è Giulia Sara Salemi, come scritto da Aida Diouf su Instagram. La tiktoker della Stardust ha pubblicato un suo post sulle Stories mettendoci sopra il simbolo del Ramadan, con la scritta: “Ora mi metto a videochiamare qualcuno che mette like e commenta tante volte“. Aida ha commentato infastidita: “Io: ‘Sicuramente ha pubblicato un post dove ci sta augurando un buon Ramadan per noi musulmani, corro a vederlo’. C’era tutt’altro. ZERO RISPETTO! Nel senso che non hai 20 persone, ne hai quasi 1 milione. SVEGLIAMOCI“.

Indice

Anche Sofia Crisafulli ha detto la sua sul Ramadan

“Avete finito di mettere gli stickers del Ramadan quando mettete le storie del culo per avere due visualizzazioni in più? Giuro, basta raga. Non vi caga nessuno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.