in

Pow3r, nuovo record: raggiunti le 10mila sub su Twitch. “Nessuno streamer ha numeri del genere”

Ennesimo record per Pow3r. Dopo aver sfondato il muro dei 75mila utenti collegati contemporaneamente durante la live della season finale di Fortnite (il buco nero, per intenderci), Giorgio Calandrelli ha raggiunto un ennesimo traguardo su Twitch.

Il canale di Pow3r, lo streamer italiano più amato del momento, ha superato le 10mila sub. Cosa sono le “sub” su Twitch? Ve lo spieghiamo subito. Le “sub” sono nient’altro che le sottoiscrizioni. Se il semplice “follow” è totalmente gratuito, le “sub” sono a pagamento: consentono la visione dello streaming senza pubblicità e la possibilità di avere dei privilegi per la chat.

Per le sottoiscrizioni, possono anche essere garantiti dei contenuti speciali (ogni canale, poi, fa storia a sé). Esistono tre livelli di “sub”. Il livello 1 da 4,99 euro al mese, il 2 da 9,99 euro e il livello 3 da 24,99.

Pow3r, i ringraziamenti per le 10mila sub

Ecco come Giorgio ha commentato le 10mila sub su Twitch:

“Sono emozionato, non so che ca**o dire. Questo è l’ultimo traguardo di Twitch che mi ero prefissato. Ho completato tutti gli obiettivi che volevo completare su Twitch. E ora cosa cavoolo facciamo? Ci facciamo bannae? Mi manca solo questo e basta. Ora si va su Mixer a sto punto

Questo è un passo enorme. Non solo per me ma per Twitch in generale. Nessuno streamer ha mai raggiunto numeri del genere. Più che ringraziare non so che altro dire. Voglio ringraziare tutti voi che vi siete abbonati al canale, ma anche chi non può e fa parte della community. A chi è nuovo, a chi c’è da anni. A chi ha sopprotato e supportato le mie live.

“A maggio saranno tre anni di streaming su Twitch presa come un lavoro serio. Ma questo è solo l’inizio. Amo stremmare, vedete quanto lo faccio ogni giorno, anche quando sono stanco o sto male. Questa è proprio una passione. Più che la passione per lo streaming, è la passione per i videogiochi che mi ha portato qui. Non solo posso trasmettervi la mia passione per i videogiochi, ma posso farvi conoscere i videogiochi”.

Lo streamer ha chiuso il video con una provocazione: “E ora ci vediamo su Mixer“. Mixer è la piattaforma di streaming (dove sono già approdati in tanti, uno su tutti Ninja) che vuole fare la guerra a Twitch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *