in

“Ci ha definiti Fr0ci e Pokemon in una chat”: Pierangelo Greco e Roccotnl contro Mastr0, lui risponde!

Pierangelo Greco e Roccotnl contro Mastr0, ovvero Samuele Mastrangelo. Ieri i tre si sono confrontati in maniera pacifica in una live assieme a Sofia Crisafulli, dove Samuele si è definito “super etero“. Secondo quanto raccontato da Pierangelo e Rocco, però, finita la live Mastr0 li avrebbe definiti con un insulto omofobo, “Fr0ci“, e li avrebbe definiti “Pokemon” in una chat privata (che non è stata pubblicata).

Il primo a denunciare l’accaduto è stato Pierangelo sulle storie Instagram:

Ieri abbiamo fatto una live con Rocco, Sofia Crisafulli e con un ragazzo di nome Mastr0, che non so chi sia. Questo ragazzo in questione dichiarava di essere superetero. Abbiamo fatto questa live in cui abbiamo discusso in maniera civile. Oggi ho scoperto che lui, nelle chat, si rivolgeva sia a me sia a Rocco con termini super scurrili, chiamandoci tipo “Fr*ci”, “Imbarazzanti” e roba del genere, prendendo in giro noi due in quanto gay e omosessuali. Ci ha paragonato ai Pokemon.

Il creator ha invitato i suoi follower a fare attenzione a chi seguono:

Tutti possiamo essere dei buoni agnellini sui social e poi dietro siamo transfobici e omofobi. Fate molta attenzione.

La cosa che mi rode di più è che sto tipo, come tanta altra gente, davanti a tante persone in live fanno i carini. “Io non sono contro la LGBT, io sono pro tutto”, poi chiudono la live e scrivono: “Sto fr*cio” o “Sto Pokemon imbarazzante”. Ma imbarazzante a chi? Pokemon a chi? Io non so chi sei. Non so di cosa ti occupi. Quindi: vola basso, stai nel tuo e inizia a portare rispetto alla gente… fr*cio lo vai a dire ai tuoi amici, perché non ci conosciamo.

Roccotnl contro Mastr0

Anche RoccoTnl ha voluto dire la sua sulla spiacevole situazione che si è creata al termine della live. Su Instagram ha detto:

Raga ieri ho fatto una diretta con una persona che aveva idee diverse dalle mie. A me pare di essere stato rispettoso e di non averlo mai insultato. Ho semplicemente espresso i motivi per cui abbiamo idee contrastanti. Lui faceva tanto il carino, diceva di non essere contro l’LGBT. Oggi sono venuto a sapere e o letto delle chat dove chiamava me e Pierangelo “fr*ci” e ci ha anche definito dei Pokemon, forse perché siamo entrati in diretta truccati. La vera maturità delle persone esce sempre fuori, come la falsità con cui si mostrano sui social e l’omofobia che c’è dietro veramente.

Il tiktoker ha assicurato di non essere toccato dalle parole di Mastr0 e ironicamente ha aggiunto:

Per fortuna mi hai chiamato Pokemon e non digimon perché lì sì che avremmo avuto un problema.

Nella giornata di oggi Mastrangelo ha pubblicato nelle storie IG il video di un’aggressione omofoba avvenuta ieri a Roma (un uomo ha attraversato i binari della metro per picchiare una coppia di fidanzati che si stava baciando in pubblico) e si è chiaramente schierato in difesa dei due ragazzi scrivendo: “Fare una battuta su argomenti sensibili non è omofobia, è black humor… questa è omofobia. Possibile che quando ci sono ste scene non c’è mai uno che va e gli strappa la gola a mani nude?”.

Dopodiché ha risposto a Rocco e Pierangelo (pur senza nominarli):

“La verità?! La verità è che ci sono ALCUNI influencer che nella loro inutile vita sanno solo fare leva sul fatto che siano delle povere vittime. Quindi quando dico qualcosa a favore loro, non sono felici, perché non gli do la materia prima per portare il loro UNICO contenuto, ovvero attaccare qualcuno dandogli dell’omofobo e sperando in una risposta. In pratica vivete solo per dire al mondo chi volete scop4rvi, come se fregasse qualcosa a qualcuno”.

[Foto: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *