in

Patrizio Morellato costretto a restituire i soldi di alcune donazioni su Twitch: ecco perché e quanti euro deve ridare!

Patrizio Morellato è stato costretto a restituire le donazioni ad un suo fan. Ecco cosa ha raccontato nelle sue storie.

Patrizio Morellato twitch
Patrizio Morellato twitch

Patrizio Morellato deve restituire quasi 200 euro di donazioni. Nelle sue storie Instagram il componente della Stardust House ha raccontato di essere stato contattato perché deve rimborsare circa 170 euro donati da un suo fan su Twitch. Il ragazzo che online si faceva chiamare Mohamed Faresm, ha infatti richiesto il rimborso e ha vinto la “causa”. Ecco cosa ha raccontato:

Stamattina è successo l’incredibile. Mi arriva questa chiamata di questo che dice che io devo restituire dei soldi ad un ragazzo e vado a vedere ed era un ragazzo che in live su Twitch mi ha donato 200 dollari, più o meno sarebbero 170 euro su PayPal. Questo ragazzo, chiamato Mohamed Fares – che poi è un giocatore della Lazio, si è soprannominato così -, ha deciso di donarmi questi soldi e poi richiederli indietro. Ha vinto diciamo la causa, anche se io non sapevo nulla perché l’email non l’avevo neanche vista.

Patrizio Morellato ha anche deciso di fare un appello ai suoi follower per evitare che possa accadere nuovamente. Ha soprattutto voluto sottolineare come l’accaduto l’abbia infastidito particolarmente. Ecco cosa ha chiesto ai suoi fan:

Vi chiedo gentilmente se dovete fare ste st****ate da bambini di non farle. Per favore, se dovete donare o fare robe così usate la testa, fate quello che volete però usate sempre la testa, perché se poi dovete fa ste caz*ate e io devo perdere tempo per voi… Non ho proprio voglia sinceramente!

Ricordiamo anche che la pratica di fare donazioni molto alte e richiedere poi il rimborso è abbastanza diffusa sulla piattaforma di streaming di Amazon. Questo genere di azione inoltre non è solo fastidiosa, ma può diventare anche onerosa dal punto di vista economico. Quando si fa una donazione infatti lo streamer non riceve l’intero importo donato, perché il sito tramite cui si dona trattiene una percentuale.

Nel momento in cui si chiede il rimborso, lo streamer deve però restituire l’intera somma compresa della percentuale che non ha ricevuto. Uno sbattimento non da poco!

[FOTO: TWITCH]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *