in

Pamela Di Santi rivela episodi di autolesionismo per mandare un importante messaggio! Ecco cosa ha detto [TW]

Pamela Di Santi racconta episodi di autolesionismo per sensibilizzare la propria community sul problema e mandare un importante messaggio. Ecco cosa ha detto.

Pamela Di Santi
Pamela Di Santi

Pamela Di Santi ha condiviso un segreto con i suoi follower: in passato anche lei ha fatto cutting, ovvero si è tagliata la pelle con taglierini e rasoi, perché si sentiva sbagliata. La tiktoker ha mostrato i segni sulle sue braccia per mandare un messaggio importante: la soluzione non è farsi del male, ma non mollare anche quando si vede tutto nero. Nel video, che ha come descrizione: “Un grazie speciale va a voi.. per aver sempre creduto in me“, scrive:

Oggi voglio condividere un piccolo segreto con voi… anni fa commettevo qualcosa di sbagliato… [mostra i tagli al braccio] … ma secondo la mia mente era giusto. Pensavo che facendo questa cosa sarei arrivata a cancellare l’errore più grande… ovvero io. Mi sentivo sola, sbagliata. Un errore. Qualcosa è cambiato… qualcuno ha iniziato a credere in me. E ho capito che non bisogna mai mollare. Provare, provare e provare.

@michiamanopam

Un grazie speciale va a voi… per aver sempre creduto in me🫶🏼

Nei commenti tantissime persone l’hanno ringraziata per aver avuto il coraggio di raccontare la sua storia, ma ce ne sono state altrettante che hanno condiviso le loro esperienze, fatte di solitudine e sofferenza, facendo capire che il cutting è fenomeno più diffuso di quanto si possa credere. Scrivono: “mi dispiace tantissimo e fidati che ti capisco, solo che io lo faccio ancora🥺“; “ti capisco fin troppo bene, l ‘unica cosa che mi salva è la musica”; “Anch’io vorrei avere la forza di smettere come hai fatto tu“; “ci sono passata e ci sto passando tutt’ora…

Pamela Di Santi ha voluto dare l’esempio: non bisogna nascondere il proprio malessere, ma lottare per superarlo. Perché nessuno è un errore, nessuno è sbagliato. L’unico sbaglio è farsi del male per punirsi o per superare il dolore di vivere. Parlatene con i vostri cari, sfogatevi con gli amici, chiedete aiuto a specialisti ed esperti. Non c’è niente di cui vergognarsi. Ricordatevi: non siete solə.

[FOTO: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.