in

Ondreaz e Tony Lopez accusati di molestia sessuale, ora le accusatrici fanno un passo: “Grosso malinteso”

Ondreaz e Tony Lopez non avrebbero abusato della minorenne. Sono emerse nuove prove e nuove dichiarazioni che cambiano tutto.

Vi ricordate quando Ondreaz Lopez e suo fratello Tony sono stati accusati di aver molestato alcune ragazze minorenni?! Ora c’è una novità clamorosa. Infatti una delle ragazze che accusava i fratelli ha fatto un passo indietro. Cioè hanno ammesso di aver pubblicato informazioni che hanno portato a “false supposizioni”. Ma leggiamo meglio cosa hanno detto le ragazze:

“Oggi, io e i fratelli Lopez abbiamo parlato molto. C’è stato un grosso malinteso tra noi e sono content che sia stato chiarito. Non siamo stati completamente trasparenti con loro e abbiamo pubblicato cose che hanno portato a molte false supposizioni su di loro online. Non abbiamo nulla contro i fratelli Lopez. Abbiamo parlato di tutto e abbiamo deciso di andare avanti. Siamo molto contenti del risultato. Con noi intendo me, mia sorella e mia cugina”.

Traduzione di Arianna Madonna

Già a febbraio erano emersi alcuni dettagli che “scagiovano” Ondreaz dalle accuse (l’articolo lo trovate qui sotto). A gennaio, inoltre, Tony Lopez aveva detto che erano tutte “bugie”, nonostante fosse partito un processo contro di loro (qui maggiori dettagli). Ma le parole della ragazza non sono piaciute a un’altra minorenne “molestat@”, che la accusa di essere stata pagata per fare un passo indietro:

“(…) Ora pensiamo tutti che abbiano pagato il tuo silenzio con un sacco di soldi. Ti rifiuti di spiegare e di parlare con noi. Da ragazza questo è così imbarazzante. E’ uno schiaffo in faccia per me e per tutti in quel gruppo. Come fai a dimenticare tutto quello che ci hanno fatto?”.

Ondreaz Lopez è innocente? Un video lo confermerebbe

Articolo del 1 febbraio 2021 – Ondreaz Lopez non è colpevole di abuso su minori, ma vittima di un piano ben orchestrato dalla ragazza e sua sorella, volto a ricattarlo. E’ questa la teoria che David Aguilar ha provato a dimostrare su TikTok montando un video che raccoglie le immagini della accusatrice e degli sms inviati dalla cugina a Tony riguardanti il caso di suo fratello. Andiamo con ordine e ricostruiamo la vicenda.

Il 4 aprile Tony riceve dei messaggi e una foto ammiccante da parte della diciottenne Karla (la proprietaria del profilo tiktok Sainttbaby che ha accusato Ondreaz di abuso sessuale). Nello scatto si vede lei, sua cugina diciannovenne e sua sorella (che ha avuto un rapporto con Ondreaz), quattordicenne, che dice di averne diciotto.

Tony Lopez screen
Tony Lopez screen

Il video, poi, mostra alcuni TikTok in cui la ragazza scrive frasi che fanno pensare che voglia solamente trovare qualcuno da rovinare:

Quando qualcuno mi chiede da dove prendo i miei soldi…

Sto cercando di pensare a quale sia il prossimo uomo della lista da smascherare.

Successivamente il video propone una chat tra la cugina di Karla e Tony datata 17 luglio, che scagionerebbe Ondreaz

Scusa se ti disturbo, sono la cugina di Karla. Per favore leggi il messaggio prima di bloccarmi, è importante. Probabilmente ti ricorderai di me. Sono venuta con lei alla Hype House. Ti stavo solo chiamando per chiarire le cose con te. Non sono per niente come lei e voglio che tu sappia, che penso che quello che ha fatto sia una bastardata.

Ho provato a parlarle per convincerla a non fare niente di tutto ciò, perché aveva provato a fare questa cosa molto prima. Sinceramente non le ho parlato fino a quando si è trasferita a San Diego.

E’ cambiata e ho anche scoperto che Ondreaz è stato citato in giudizio da loro. Questa mer*a mi fa arrabbiare e voglio solo che sappiate che non ho niente a che fare con tutte queste stronz*te. Non mi sta bene quello che stanno facendo, ma alla fine non posso costringerle a non fare cazzate. Ho provato a parlare con loro e poi ho smesso, ma non credo che importi di niente di quello che dico.

Mi piacete molto tu e Ondreaz e non avrei mai voluto che vi succedesse niente di tutto questo. Non sa e non saprà che ti ho mandato un messaggio, puoi bloccarmi dopo questo. Volevo solo chiarire le cose con voi ragazzi, ancora una volta mi dispiace. Non chiamerò più.

Di fronte al messaggio Tony ha chiesto alla cugina se almeno Karla avesse veramente 18 anni e la ragazza ha confermato:

Sì, li aveva quando è stata con te. Se vuoi smascherarla o qualcosa del genere, però, non puoi menzionare me o qualsiasi cosa che ti ho detto. Non vorrei avere problemi con lei. Nemmeno io sto bene con quello che sta facendo, ma come ho detto, è mia cugina e non voglio avere problemi.

Il video continua citando una notizia pubblicata su influence.co secondo cui l’avvocato della ragazza avrebbe rinunciato a portare avanti la causa:

Una fonte che conosce la situazione fa sapere che l’avvocato della ragazza alla fine non ha portato avanti la causa e che Lopez, quindi, non è stato citato in giudizio.

Un’altra prova dell’innocenza di Ondreaz Lopez sta nel fatto che l’account tiktok di Karla (SainttBaby) è stato disattivato. Secondo gli innocentisti la ragazza avrebbe cancellato l’account. Lei, che intanto ne ha aperto un altro per ricondividere il video denuncia, sostiene che in realtà sia stato bannato a causa di Ondreaz. Nei commenti, però, nessuno crede che sia un’ipotesi plausibile.

Nel frattempo il tiktoker Curtis Newbill ha pensato di ironizzare sui fratelli Lopez creando una diss track dove parla dei loro abusi immedesimandosi prima in Tony e poi in Ondreaz:

In questo modo sapete che non è uno scherzo, ma una situazione seria. Ho solo voluto provare ad attirare l’attenzione in modo che non sia dimenticata…

Dove sta la verità? Screditare l’accusatrice dandole della poco di buono sembra una mossa disperata, ma la chat con la cugina, qualora fosse vera, dimostrerebbe che la ragazza ha mentito sulla sua reale età per incastrare Ondreaz, ignaro di commettere un reato. Per quanto riguarda la fonte segreta citata dal sito americano: bisogna dimostrare la veridicità della notizia (Def Noodles, infatti, insiste nel dire che il documento legale sarebbe stato notificato e che il tiktoker ha già scelto l’avvocato che lo rappresenterà).

Soprattutto: perché Tony, che due giorni fa aveva sostenuto che fossero tutte bugie, riporta nelle storie Instagram il tiktok di David invece di esporre personalmente i fatti e salvare il fratello? Forse tra un po’ di tempo sarà tutto più chiaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *