Torniamo a parlare su Webboh di Ninja, uno dei più celebri utenti di Twitch che, proprio di recente, ha deciso di cambiare piattaforma. Già, perché da qualche tempo la giovane webstar ha deciso di dare una svolta alla sua carriera, lasciando il sito che tante soddisfazioni gli ha dato in termini di follower, streaming e, ovviamente soldi.

A quanto pare, tuttavia, Twitch avrebbe deciso di tirare alla sua ex star di punta un bel tiro mancino. Sull’ex canale di Ninja (vero nome Tyler Blevins) sono infatti apparsi nelle ultime ore dei contenuti molto diversi dai “semplici” videogame.

La piattaforma ha infatti iniziato a promuovere sul suo ex canale altri streamer, fra cui molti canali “per adulti”. Considerato che molti dei follower di Ninja sono giovanissimi, l’ex twitcher ha deciso di denunciare formalmente l’accaduto con un video sfogo.

ninja

Ecco il video con cui Ninja si è sfogato contro Twitch.

come sapete ora sto streammando su Mixer. Il mio team ed io ci siamo impegnati per fare in modo che la transizione fosse liscia. Sono stati tutti molto professionali. Non avevo niente di cui lamentarmi su Twitch, ovviamente. Perché fino a poco tempo fa non ce n’era motivo. Negli ultimi due giorni sono successe delle cose abbastanza fastidiose che sono successe.

Adesso twitctv/ninja pubblicizza altri canali. Non lo fanno con nessun altro canale offline, ma solo con il mio. Ci sono altri streamer andati offline, ma i loro canali sono rimasti identici. Non vengono pubblicizzati, sui loro canali, altri streamer.

Ho streammato per 8 anni, per costruire il mio canale, ho ottenuto 14,5 milioni di follower sul canale. E stanno ancora usando il mio canale per promuovere altri streamer.

Adesso salta persino fuori un account p0rnografico ed è il primo che appare sul mio canale. Ovviamente non c’entro nulla con tutto questo. Stiamo cercando di buttare giù il canale, o almeno di impedire che vengano promossi altri account. Per tutti quelli che hanno bambini o che ovviamente non volevano vedere certi contenut vi chiedo scusa. Mi dispiace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *