in

Nikita Dragun diventa “santa” sulle sue nuove candele, scoppia la rabbia dei credenti: “Non porta rispetto”

Nikita Dragun al centro delle polemiche. Che cos’ha combinato la celebre make up artist, amatissima su YouTube e amica stretta di alcuni fra i TikToker più popolari, come Bryce Hall e i fratelli Lopez? Ha deciso di piazzare la sua faccia su una candela. E fin qui, nulla di particolarmente strano, se non che si tratta di un cero votivo, candele usate per illuminare un ambiente di preghiera, in cui appare vestita da santa.

Con oltre 7.5 milioni di seguaci su Instagram e 3.3 milioni di iscritti su YouTube, Nikita Dragun è una vera star del web. Questo, tuttavia, non la sottrae da polemiche e da fiumi di commenti negativi per le sue scelte professionali. Quest’ultima delle candele ha fatto molto discutere, come spesso accade quando si toccano temi delicati come la religione. La “Saint Pussystunt Candle“, con la faccia di Nikita modificata come se fosse la Madonna o una santa, ha suscitato molte polemiche. L’indignazione è esplosa su Twitter e Instagram, dove la ragazza è stata accusata di prendersi gioco del credo cristiano, tanto da suscitare la rabbia dei credenti.

Ad alimentare le polemiche, inoltre, un post Instagram della beauty influencer sull’account Dragun Beauty, con protagonista la candela in vendita sul suo shop ufficiale, andata sold out in soli tre minuti dalla pubblicazione. Tantissime le critiche dei fan, che hanno evidenziato il fatto che Nikita abbia tratto vantaggio appropriandosi di immagini sacre. Alle polemiche sono seguite anche le richieste di rimozione dallo shop dell’articolo, che però è molto simile ad altro merchandising di vip in circolazione. Anche Kim Kardashian, circa tre anni fa, ha messo in vendita una candela per pregare con il proprio volto. E se il mercato chiede un prodotto, perché non produrlo? Funziona così il commercio!

Per ora Nikita non si è espressa pubblicamente sulla vicenda, godendosi la vita tra una gita in spiaggia e una bella mangiata di cibo asiatico. Buon appetito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *