in

Nicolò Robbiano, follower in discesa. Parla lui: “Non mi interessa”

Nicolò Robbiano
Nicolò Robbiano

Questa mattina Nicolò Robbiano ha postato delle Stories sul suo profilo Instagram in cui ha chiarito alcune cose di cui si è stancato. L’ex protagonista de Il collegio ha iniziato raccontando le preoccupazioni che alcuni suoi fan ogni giorno hanno riguardo il suo calo di follower:

Bisogna mettere in chiaro che frega più a voi che a me. A me interessa delle persone che sono dietro al numero, non del numero in se. Il numero è solo un numero e avere un milione di follower, ma pochissime persone che tengono a te è inutile.

Nicolò ribadisce il concetto: non gli interessano i numeri, ma le persone che ci sono dietro a quei numeri:

A me scendere di follower non interessa. Non mi baso sui follower, perché altrimenti avrei fatto hype. Altrimenti avrei fatto fidanzamenti segreti da tenere nascosti. Mi sarei finto con qualche problemi. Chi mi conosce sa che non ho mai ricercato l’hype altrimenti l’avrei fatto se fossi stato dipendente dai follower.

Il calo probabilmente è dovuto al fatto che sono arrivati i nuovi collegiali della classe 1992 e, probabilmente, alcuni suoi follower hanno seguito la “massa”:

Non me ne faccio niente di questa gente. Meno male che se ne va. In futuro non mi servirà gente del genere.

Nicolò poi ha voluto puntualizzare anche sul programma di Rai2 di cui è stato protagonista: pur essendogli per sempre grato, non vuole essere sminuito facendosi definire “Quello del Collegio”:

Non mi servirà Il collegio. Io al collegio ci sono andato. Sono stato fortunato ad essere preso e gli sarò per sempre grato. Ma la gente che continua a definirmi come quello del collegio, non mi sta bene perché mi sta sminuendo.

Il collegio è stato un grande passo avanti per farmi conoscere, ma adesso il mio obiettivo è più in alto. Se tu mi hai presente come quello de Il collegio mi stai sminuendo e con me non devi avere niente a che fare. Stessa cosa se mi paragoni ad altri collegiali: mi reputo diverso da qualsiasi altro collegiale, perché ho avuto le palle di essere me stesso, senza pensare di mettermi in ridicolo, senza diventare un personaggio trash. Sono stato me stesso: o piaccio o non piaccio, stica**i tanto i miei obiettivi li raggiungerò a prescindere dal numero di follower.

Nicolò Robbiano, infine, ringrazia quei follower che lo sostengono sempre e che per lui sono quelli contano davvero:

Se mi sostenete e credete nei miei sogni quanto ci credo io, vi do molto, perché voglio essere il più vero possibile. Chi mi segue come Nicolò lo sa, chi mi segue come Nicolò collegiale, è meglio che faccia uno step in avanti e non mi consideri più tale, perché io non sarò tale tra un paio d’anni.

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *