in

Chi è Nicolas Paolizzi? Tutto quello che c’è da sapere sullo scrittore nato da Instagram

Nicolas Paolizzi

Nicolas Paolizzi è uno degli Instagrammer che sta collezionando più successo negli ultimi anni. Nato a Teramo il 29 agosto del 1999, Nicolas è diventato famoso per il suo talento nella scrittura. Condividendo su Instagram frasi, aforismi e pensieri, ha infatti conquistato il follow di 848mila persone. Un profondo riscatto, che lo ha portato ad essere uno degli artisti della scuderia Rizzoli, dopo un passato piuttosto turbolento.

In un’intervista a Teleponte del giugno, infatti, Nicolas ha rivelato tutti i dettagli del disturbo alimentare che lo ha colpito a pochi mesi dalla discussione della maturità di quinto superiore:

A marzo del 2017 ho iniziato a soffrire di anoressia, senza un motivo preciso, per colpa di qualche pettegolezzo che correva in classe. Mi dicevano “non puoi mangiare un po’ meno, perché mangi un panino e mezzo?”. Ho iniziato a sentirmi inadatto, sia con gli altri che con me stesso. Da lì, le prime diete fai-da-te: da novanta chili per un metro e ottantaquattro di altezza, sono arrivato a pesarne cinquantadue. Mi sono ricoverato per uscirne. Dopo otto mesi sono guarito e ho affrontato gli esami di stato, la maturità e subito dopo ho deciso di parlare di questa mia vicenda nel mio primo libro.

All’esperienza traumatica è seguita la pubblicazione di Cara te…amati!, il primo libro di Nicolas Paolizzi. Un’autopubblicazione, fatta senza il sostegno di alcuna agenzia o casa editrice, che in pochi giorni su Amazon è stato acquistato da più di 6000 persone. Sconfitta l’anoressia, Nicolas Paolizzi ha confessato che il dolore della malattia lo ha aiutato a comprendere per cosa combattere tutti i giorni. Questo pensiero è stato elaborato nel secondo romanzo, Ti avrei dato tutto (pubblicato con Rizzoli, con cui ha stretto un contratto) e destinato a diventare un film:

Questa esperienza mi ha fatto diventare maturo tutto in una volta. Prima di questa esperienza, ero un ragazzo come tutti, che a diciott’anni non sapeva ancora che strada intraprendere. Giudicavo la vita e le persone con più superficialità. Poi cambi punto di vista, smetti di pensare alle cose futili e inizi a trovarti davanti a un grande problema. Affrontare a diciott’anni una malattia simile non è facile. Mi sono trovato un peso addosso che però mi ha fatto crescere, mi ha aiutato a comprendere meglio la vita.

Stretto il legame con la famiglia, che lo sprona sempre a non abbattersi di fronte alle inevitabili critiche, Nicolas ha un ottimo rapporto con la madre. Attualmente studia Scienze della Comunicazione a Teramo, pare sia felicemente fidanzato con Serena Iuvinale e sogna, ma non troppo, con a testa fra le nuvole:

Vivo alla giornata, non faccio previsioni future perché mi mette ansia. Penso al destino, se le cose deve capitare, avvengono. Alla base di tutto c’è la meritocrazia, se sei trasparente e hai un messaggio da dare, arrivi comunque, anche se non pensi di avere gli strumenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *