in

Minecraft RTX, ecco tutto quello che c’è da sapere sulla nuova veste grafica del gioco a cubetti

Minecraft, il gioco a cubetti più venduto al mondo, torna a far parlare di sé. Questa volta il titolo sta subendo un cambiamento a livello grafico (ma non come quello avvenuto nella 1.13 con la modifica delle texture). Questa volta l’aggiornamento riguarda l’implementazione di una nuova tecnologia: il Ray Tracing. Ecco tutto quello che c’è da sapere su Minecraf RTX!

Questa tecnologia è sfruttabile solo sulle schede video Nvidia della nuova serie 20 e rende il mondo dei giochi molto più realistico. Il Ray Tracing è infatti una tecnica che permette di calcolare il percorso della luce attraverso le superfici in modo da rendere più realistiche ombre e rifrazioni. Rendendo il gameplay molto più avvolgente.

Dal 16 aprile è possibile usufruire dell’aggiornamento di Minecraft RTX. Per ottenerlo è necessario possere una copia di Minecraft Windows 10 Bedrock e di una scheda che supporti la tecnologia. Basterà poi seguire queste istruzioni per accedere al programma beta e cominciare a provare il gioco nella sua nuova veste grafica. Essendo una beta però sono presenti alcune limitazioni. Non è possibile creare dei nuovi mondi ma si possono utilizzare solo quelli modellati da alcuni builder che è possibile scaricare dal Market Place in maniera gratuita. Non è poi permesso giocare in multiplayer.

Minecraft RTX è disponibile solo per l’edizione Windows 10 Bedrock e non per la versione Java. La stessa Nvdia ha risposto ai giocatori sostenendo che al momento la versione Java del gioco non supporto l’aggiornamento alle DirectX 12 e quindi non è posibile lavorare all’implementazione del Ray Tracing. Gli utenti di questa edizione dovranno quindi accontentarsi degli shader pack che comunque presentano delle limitazioni non potendo accedere al codice sorgente del gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *