in

Michele Alessandrino è il re del flashmob sui balconi, parla lui – video

In questi duri, durissimi giorni di quarantena c’è per fortuna anche chi è riuscito a regalarci un sorriso. Al di là delle centinaia di meme che il mondo della rete ha dedicato all’emergenza Coronavirus, sono in tantissimi ad essersi resi protagonisti di divertenti video. Uno su tutti, il geniale Michele Alessandrino.

Chi è Michele Alessandrino, il re dei flash mob dei balconi

michele alessandrino

Al di là degli omaggi al nostro paese con l’Inno di Mameli o Azzurro di Adriano Celentano, Michele ha deciso di inscenare un altro momento cardine della nostra cultura popolare (recente). In occasione del primo flashmob, Michele è uscito dal terrazzo e vestito di tutto punto si è esibito sulle note di Sincero, la canzone che ha scatenato il Bugo Gate. Il tutto, ovviamente, nella versione modificata da Morgan che tutti, una volta o l’altra, avrete sentito da qualche parte.

Il video ha avuto un successo tale da spingere Michele a ripetere l’esperimento, questa volta sulle note di Me ne frego di Achille Lauro.

Qui sotto trovate il video della sua divertente esibizione

Qualche curiosità in più su di lui la scopriamo grazie ad un’intervista concessa a Novella 2000.

Di lui sappiamo che ha 20 anni, viene da Caserta e che studia alla facoltà di Scienze dell’investigazione e della sicurezza, presso l’ateneo di Perugia.

Ecco come ha raccontato la sua incredibile esperienza da “webstar”:

Per me è stato del tutto inaspettato, è nato tutto come una cosa che doveva far sorridere me, il mio vicinato e i miei followers. Il risultato è stato poi eccezionale e ancora non me lo spiego. Quello che mi ha colpito di più sono stati i messaggi da persone che provengono da zone molto in difficoltà come Veneto e Lombardia, sono quelli che mi hanno fatto sentire bene.

Michele, vi informiamo, ha confermato che nei prossimi giorni di quarantena ci saranno anche molte altre esibizioni simili. Siamo a questo punto molto curiosi di scoprire quello che ha in serbo per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *