in

Mattia Polibio ci ricasca: insulti omofobi e razzisti. Ecco cosa è successo

Mattia Polibio

Mattia Polibio è nuovamente al centro dell’occhio del ciclone per delle affermazioni omofobe e razziste. La star di Tik Tok in pochi giorni è riuscito a far parlare di se negativamente in ben due occasioni, una volta per aver detto “Fa**ot” e una per aver pronunciato la N-Word.

Andiamo con ordine. Lunedì 13 aprile Mattia Polibio è andato in tendenza su Twitter a causa di un breve video, che circola da inizio mese su Internet, nel quale si vede la webstar seduta sul water pronunciare l’insulto omofobo. Per non farsi mancare nulla il ragazzo su Tik Tok ha pronunciato anche la N-Word e pare che (ma su questo il condizionale è d’obbligo) abbia pure sostenuto che in Italia non sia un insulto.

Tutto ciò poteva passare inosservato? Ovviamente no. Così su Twitter è partito l’hashtag #mattiaisoverparty.

La reazione di Polibio? Un messaggio su Twitter provocatorio:

Sono contento che abbiate quell’hashtag in tendenza su Twitter. Mi auguro che voi continuiate a preoccuparmi di me, oltre ai 2 milioni di casi di Coronavirus nel mondo. E’ così imbarazzante.

Polibio non è nuovo a ignoranti frasi omofobe: a febbraio avrebbe detto di non amare certe persone con determinate inclinazioni sessuali e avrebbe attaccato pesantemente la comunità LGBT. Dopo aver ricevuto un danno d’immagine, il ragazzo si è dissociato da ciò che era trapletato sostenendo che i DM non fossero reali.

Anche la N-word per lui non è una novità: qualche anno fa gli è “sfuggita” la parola con la N mentre stava facendo un video insieme al suo amico Alejandro Rosario. In quel caso si scusò per il suo comportamento, aggiungendo che quella parola non fosse da utilizzare indipendentemente dal contesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *