in

Martina Picardi vittima di violenza? ‘Ho un braccio gonfissimo, mi fa male’ – ecco le foto cancellate

La notte scorsa Martina Picardi ha pubblicato delle storie, poi cancellate, che hanno fatto preoccupare molti utenti del web. Nelle immagini mostrate l’influncer scrive: “Ho il braccio gonfissimo, mi fa male e non riesco a muoverlo. Sono stanca di voi uomini, sapete solo usare la violenza. Mi fate schifo“, “C’è addirittura il segno della mano che mi avvolge il bracci. Ho 18 anni e ditemi se è normale farsi sottomettere con il coraggio di sequestrarmi anche il telefono“. Molti si sono chiesti cosa stesse accadendo alla tiktoker 18enne, che ha spiegato tutto nella live sul profilo del fratello.

Martina Picardi ha spiegato che le storie che aveva pubblicato la sera precedente era il frutto di un litigio con il suo fidanzato, Fabio. Nella live, piangendo, ha confessato che ogni volta che iniziano a litigare il suo ragazzo le leva il telefono di mano come se fosse una bambina, anche se lei ha 18 anni. Le litigate sarebbero state abbastanza manesche, come affermato dalla ragazza: “Mi stringe, mi tira, mi spintona. E io cosa devo fare devo stare zitta? No, regisco perché è una cosa normale. Non ce la faccio più a stare zitta.” Ed ecco perché nelle storia vediamo un braccio gonfio ed arrossato.

Un altro problema sollevato da Martina Picardi è che il suo fidanzato sarebbe in possesso dei dati di accesso ai social della creator. Martina racconta infatti di non riuscire ad accedere al suo account visto che il codice di sicurezza viene inviato al telefono del suo ragazzo, il quale avrebbe anche modificato la password di accesso. Al momento è quindi costretta ad usare l’account del fratello per rimanere in contatto con i suoi fan e cercare di descrivere al meglio la difficile situazione in cui si trova. “Non si può permettere di fare una roba del genere. Basta, vado a denunciarlo“, ha concluso Martina alla fine della live, prima di specificare che con il fidanzato è ufficialmente finita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *