in

Bufera su Martina Picardi che fa un TikTok contro le challenge violente: “Strumentalizzi la morte di una bambina”

Martina Picardi - Eleweis
Martina Picardi - Eleweis

Martina Picardi è nuovamente al centro di una bufera social, dopo il suo balletto su TikTok che invita gli utenti a fare un audio piuttosto che una challenge violente. In tanti si sono scagliati contro di lei, prima accusandola di aver attaccato la bambina di Palermo morta, pare (è un’ipotesi al vaglio che ancora non è supportata da alcuna prova) per una challenge che ha trovato su TikTok, poi di aver strumentalizzato la morte della stessa. Andiamo con ordine ricostruendo la vicenda grazie ai messaggi che ha scritto Martina sui social e sulle riflessioni, condivise da più di un influencer, di Eleweis.

Martina ieri pubblica un video balletto su TikTok dove dice:

E comunque, meglio fare un audio che fare una challenge violenta!

In descrizione scrive: “Crediate sia giusto ciò che ho detto? Io la penso così“. I commenti del video vengono disattivati, perché piovono critiche per l’idea di trattare un argomento così delicato con un balletto e una frase accompagnata dal gesto della pistola alla tempia e un successivo ammiccamento.

@picardimartina

Crediate sia giusto ciò che ho detto? Io la penso così. ?? #mynewaudio #picardiaudio #foryou #perte

♬ suono originale – ?? ??????? ♡

Interviene Eleweis che, in un video, le fa notare la poca delicatezza del TikTok:

Se un paio di giorni fa è successa una tragedia, che è successa davvero, stiamo parlando di una bambina di 10, quasi 11 anni che ha perso la vita, magari evita di farci un audio in cui fai un balletto dove tipo ti spari alla testa. Capisco, cara Martina, che la mancanza di rispetto possa far parte della tua dieta, ma io la metterei da parte. Capisco anche che tu possa avere poca empatia nei confronti di una bambina che è morta per una challenge violenta, ma questo non ti dà il permesso di essere una mer*a. Mi dispiace. Non mi dispiace che tu sia una mer*a. Mi dispiace che tu abbia deciso di utilizzare la tua piattaforma così invece di sensibilizzare i ragazzini su ciò che accaduto e che potrebbe accadere a chiunque.

Il suo TikTok ha ottenuto tantissimi apprezzamenti da parte di utenti comuni e influencer, come Giulia Vitaliti, ilViglio, http.antony e Martina Rinaldi.

Martina Picardi spiega cosa intendeva dire

Martina Picardi prova a spiegare la sua posizione su Instagram partendo dagli insulti che ha ricevuto. Riassumendo: Musical.ly era meglio di TikTok, dato che non c’erano sfide che mettessero a rischio la vita delle persone; il suo video non era contro la bambina, ma contro chi ha creato una simile challenge:

Non voglio dare la minima soddisfazione a nessuno con il rispondere anche a ste pagine gossip di mer*a che nella vita non hanno nulla da perdere. Che sia il 2016 o il 2021 a me non interessa. Io sono nata così. E detto SINCERAMENTE preferisco fare audio (ironici) con frasi trovate su internet. Preferisco essere una “Diabla” diciannovenne che portare le persone a morire con challenge di mer*a. Con questo auguro le mie più sentite condoglianze alla famiglia della bimba di 10 anni.

Tutto questo è TOSSICO. TOSSICO. Parlate, parlate, tanto sapete dare aria a quella bocca sempre. Mi spiace ma chi non c’era su Musical.ly non può capire! Se tirate fuori la vostra pesca non vi dico nulla. A me piace. Stop.

Parlano e non sanno manco dove siamo. Non c’è bisogno di seguire una moda, non c’è bisogno di nulla. Ripeto. Preferisco fare battute così. Siamo nel 2021 e allora? Appunto per questo sono ironiche le frasi. Nessuna frecciata. Ma secondo voi a diciott’anni ho bisogno di tirare archi? Semplicemente mi piace portare avanti quello che c’era una volta. E credetemi, era molto meglio. Soprattutto nessuno si faceva del male o nessuno moriva per i commenti sotto i propri video.

Chiuso l’argomento e sì musical.ly era un posto magico. Chissà come mai la maggior parte degli influencer preferisce musical.ly. Ci manca il tipo di persone che erano presenti 3 anni fa (ormai saranno grandi quanto noi).

Il nuovo video di Martina e l’accusa di strumentalizzazione

Martina, poi, pubblica un nuovo video su TikTok, poi cancellato, dove spiega che il messaggio era diretto ai creatori della challenge e non ai genitori della bambina e va contro i commenti tossici. Anche questa volta Eleweis decide di replicare: la tiktoker romana sostiene che la collega stia strumentalizzando la morte della bambina per andare contro ai suoi hater:

Io vorrei che tu vedessi che hai strumentalizzato la morte di una bambina per parlare della gente che commenta i tuoi video dicendo che non gli piace la tua voce.

@eleweis23

#stitch con @picardimartina ma ce la famooo? Scusati e ba, niente giustificazioni #eleweis #leftokitalia

♬ suono originale – eleweis

Oggi Martina Picardi ha condiviso uno screen che dimostra che le sue fan hanno capito il senso del suo discorso:

Non ce l’ha con la bambina, ma penso con chi ha inventato la challenge.

Eleweis, allora, ha replicato a chi gliel’ha fatto presente, dimostrando la mancanza di rispetto della Picardi:

Il video successivo è uno stitch a quello che lei ha fatto come seconda parte della spiegazione sul perché avesse creato questo audio. In entrambi i video spiega che ovviamente l’audio non è riferito alla bimba, ma alle persone tossiche, facendo letteralmente riferimento alle persone che la insultano nei commenti, ai suoi hater, specificatamente a quelli che la insultano per come parla e alla sua voce.

Entrambi i video della spiegazione sono stati conclusi con un “Seguitemi su Instagram”. Il problema non è ovviamente che lei si sia sentita di parlare di quello che è successo alla bambina, perché anche io ne ho parlato, ma che lei ha parlato di questa bambina, per passare a parlare dei suoi hater e dei problemi che lei ha con TikTok. Il problema è anche che un audio così è troppo presto per crearlo. E’ una mancanza di rispetto.

@eleweis23

Rispondi a @aestetichxcharli_ spero sia più chiaro❤️ #eleweis

♬ suono originale – eleweis

Poche ore fa Martina Picardi ha ringraziato chi l’ha capita e sostenuta:

Volevo solo ringraziare chi ha capito il mio discorso, ma soprattutto le mie fanpage che sanno chi sono e che non le lascerei mai sole. Siete il mio sorriso. Davvero grazie. Vi voglio un bene dell’anima.

Voi cosa pensate? Martina Picardi è stata indelicata a trattare così un tema così delicato o c’è un pregiudizio nei suoi confronti anche quando vuole provare a mandare, a modo suo, un messaggio per sensibilizzare chi la segue?

[FOTO: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *