in

Marracash dissa Fedez in una sua nuova canzone: “E’ il più me*da”, l’altro replica!

Marracash nel brano Cosplayer definisce Fedez “il più me*da di tutti”! Il rapper replica al collega.

Marracash Fedez
Marracash Fedez

Marracash ha dissato, non molto velatamente, Fedez nel testo di Cosplayer. Federico Lucia stamane ha replicato pubblicamente. Andiamo con ordine e ricostruiamo la vicenda. Nel nuovo brano di Marra si legge nella prima strofa:

Dio mi salvi dalle commedie, dai cosplayer
Da chi sposa la causa solo quando gli conviene (Ah)
Dai politici sempre più simili ad influencer
Finché non candideranno loro direttamente (Ah)

Fino a qui, non ci sono frecciatine dirette nei confronti del collega, semmai nei confronti dei politici che sempre più spesso, per trovare l’approvazione delle persone, si mette al livello degli influencer. L’attacco vero e proprio arriva verso la fine quando il rapper chiede a Dio di proteggerlo da alcune tipologie di persone, tra i quali Fedez, definito “il biondo patriota“:

Dal biondo patriota, sui social si prodiga per noi
Ma in realtà è il più mer*a come il Patriota in The Boys (Ohi, questa era pesa)
Vabbè, al massimo si scatena, tanto ambassador non porta pena

Il messaggio è chiaro: come il personaggio del Patriota di The Boys pubblicamente si fa vedere come un eroe pronto ad aiutare le persone in difficoltà, ma in realtà è il cattivo della serie tv, così Fedez sui social fa quello che ha a cuore i problemi degli italiani, ma in realtà è “il più me*da di tutti. Oggi in un’intervista Marra ha spiegato:

Non è una cosa personale. Io e lui abbiamo visioni della vita opposte e antitetiche. Lui rappresenta quelli che si impegnano oggi per una cosa e domani per un’altra senza avere credibilità, senza conoscere il problema. Io posso parlare di galera perché conosco chi ci è andato. Elodie può parlare di gay, perché lo sono persone della sua famiglia.

Fedez stamane ha replicato a Marracash nelle Storie Instagram, non per difendere se stesso, quanto per dissentire sull’idea che delle battaglie per i diritti civili ne possano parlare solo i diretti interessati e i loro parenti:

Dispiace leggere da una persona come Marracash, che reputo intelligente e sensibile, una frase così. Non conosci le storie dei membri della famiglia, ma non è questo il punto che mi stranisce della tua affermazione. Spesso io e Elodie ci siamo spesi per le medesime battaglie e ho sempre apprezzato quello che ha fatto. Esistono migliaia di attivisti in Italia che portano avanti ogni giorno battaglie per i diritti civili senza rientrare personalmente in una delle categorie per le quali combattono. Io credo sia così che si ottengono delle conquiste, quando il problema di una minoranza diventa un problema da risolvere per tutti.

Se trovo divertente la frase: “parlo di galera, perché conosco chi ci è stato”, che è un po’ come dire: “Ti sistemo io l’impianto elettrico, perché mio zio è elettricista”, trovo molto pericoloso dire: “Elodie può parlare di gay, perché lo sono i membri della sua famiglia”. Perché sarebbe come dire che “per le discriminazioni razziali si possono battere solo le persone nere e i loro parenti”.

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *