in

Mariella racconta la storia della sua vita: “Sono stata adottata, rischiavo di morire” – stop ai commenti cattivi!

La storia di Mariella Scaringella emerge sul web: “Sono stata adottata”, racconta la ragazza. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Mariella Scaringella è una ragazza diventata conosciuta nel mondo dei social. E’ nota a tutti la sua passione per LadyBug e la serie Miraculous, mentre in pochi conoscono la sua storia di vita. Spesso capita che alcuni utenti si lascino andare a commenti sgradevoli e cattivi nei suoi confronti, ma Mariella è un’anima buona che non merita affatto cyber-bullismo (non lo merita nessuno, a dire il vero…). Oggi, per questo, vogliamo farvi conoscere un po’ meglio il suo mondo.

Mariella ha raccontato la sua storia in live sui social, ma anche sul giornale Corriere PL. La ragazza è stata abbandonata dalla sua madre biologica e portata in un orfanotrofio:

“Sono nata in Italia nel dicembre 1994, pochi mesi dalla mia nascita mi sono trovata in un Istituto nell’Italia Centro-Meridionale gestito da Istituzioni Religiose, un Sacerdote e una Suora che chiamavo mamma. Erano passate di lì tante coppie per adottarmi (poiché la mia mamma biologica aveva rinunciato a me, per le mie condizioni fisiche: atassia – ritardo nel linguaggio – iperattività)”.

Mariella nel suo racconto ha raccontato che non mangiava mai in quell’istituto. Spesso la trovavano con ematomi, irritazioni, bernoccoli. Non aveva massa muscolare: “Sono certa che sarei morta se fossi rimasta lì da loro (…) Avevo 3 anni e mezzo, pesavo 13 kg, e calzavo il 19 di piede“. La svolta nella sua vita è avvuta nel 1998, quando i suoi attuali genitori sono andati a conoscerla: “Non avevo un bel aspetto, quando sono venuti a conoscermi. Non mi reggevo in piedi, cadevo, mi lasciavano per terra perché aggrappandomi ad una scopa dovevo sollevarmi da sola. Si vedeva che non ero felice, non parlavo tanto a mala pena ho chiesto i loro nomi“.

Mariella e la storia dell’adozione

“Sono trascorsi i primi quattro anni molto belli. Sino a quando un’amica (poi amica!!!), che abitava vicino casa, un giorno mi rivela che sono stata adottata, dicendomi: ‘Quelli non sono i tuoi veri genitori, che la tua mamma ti ha lasciato perché era povera ett’. Mi è caduto il mondo addosso, da quel momento la mia vita, il mio comportamento, il mio io ha subito un trauma. Ho iniziato a fare delle domande strane ai miei genitori, che non si spiegavano il motivo, e anche il perché del comportamento che assumevo, molto educato e rispettoso nei confronti della mia insegnate del doposcuola e capriccioso, isterico e disobbediente nei loro confronti”.

Insomma, questa è soltanto una parte della lunga vita di Mariella Scaringella. Merita solo tanto affetto. Siate buoni!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *