in ,

Mariana Aresta, “Tear, lacrime a colori” é il titolo del suo primo libro: ecco i dettagli

Mariana Aresta, ex collegiale della classe 1982, ha deciso di darsi alla scrittura. Come sappiamo, Mariana è una TikToker di successo, e dopo aver aumentato la propria popolarità grazie alla trasmissione di Rai 2 “Il Collegio“, ora è pronta ad intraprendere un nuovo percorso artistico. Tra le passioni di Mariana, infatti, c’è anche quella per la scrittura. “Tear, lacrime a colori” è il suo primo libro, nei negozi dal 30 giugno, ma già ordinabile online.

Poche ore fa, sul proprio account Instagram, è apparso un nuovo post che annuncia l’arrivo del suo primo libro! La ragazza ha spiegato nel post che questo nuovo libro è dedicato a chi ama, a chi è chiuso in sé stesso e non ha il coraggio di guardarsi e accertarsi per come é veramente. Mariana spera che chi leggerà il suo libro, possa trovare o ritrovare sé stesso.

View this post on Instagram

inizio da qui. sono anni ormai che nella mia testa ho una vaga idea di mettere nero su bianco delle righe che tutto sommato mi ritraessero. Finalmente ho avuto la mia opportunità, la mia possibilità di far vedere, o meglio leggere, a tutti di me, nella maniera più pura e sincera che potesse esistere. Dedicato a chi ama, nonostante tutto. Perché si, in effetti lo dedico a chi è rinchiuso nell’armadio e non trova ancora la forza di guardarsi allo specchio vedendo esattamente ciò che si è. Spero voi riusciate a trovare voi stessi fra queste righe stese in periodi sia di felicità che di tristezza. Che sia questo un modo per non sentirsi soli, estranei al mondo. Perché si, nella vita può spesso capitare di sentirsi isolati da una realtà che continua ad esistere senza di voi. Sappiate però che la realtà è soggettiva. Ognuno ha la capacità di costruire una propria realtà in cui fra famiglia e amici si può rispecchiare, senza sentirsi emarginato. Il mondo è nostro, disegnartelo a vostro piacimento. Questa è la mia realtà. – Tear, lacrime a colori 💧✨🌈 In libreria dal 30 giugno, da oggi preordinabile su tutti gli store online #Tears #TeamNana

A post shared by MARIANA ARESTA DA ROCHA (@nanatears) on

Tear, lacrime a colori: ecco il primo libro di Mariana Aresta

Il titolo del libro di Mariana Aresta sarà “Tear, lacrime a colori“, curato e pubblicato dalla casa editrice Mondadori. Come dicevamo, Mariana vuole aiutare le persone a ritrovare loro stesse. Queste sono state le parole spese sotto al video di presentazione del libro:

Inizio da qui. Sono anni ormai che nella mia testa ho una vaga idea di mettere nero su bianco delle righe che, tutto sommato, mi ritraessero. Finalmente ho avuto la mia opportunità, la mia possibilità di far vedere, o meglio leggere, a tutti di me, nella maniera più pura e sincera che potesse esistere. Dedicato a chi ama, nonostante tutto. Perché sì, in effetti lo dedico a chi è rinchiuso nell’armadio e non trova ancora la forza di guardarsi allo specchio vedendo esattamente ciò che si è. Spero voi riusciate a trovare voi stessi fra queste righe stese in periodi sia di felicità, che di tristezza. Che sia questo un modo per non sentirsi soli, estranei al mondo. Perché nella vita può spesso capitare di sentirsi isolati da una realtà che continua ad esistere senza di voi. Sappiate però che la realtà è soggettiva. Ognuno ha la capacità di costruire una propria realtà in cui fra famiglia e amici si può rispecchiare, senza sentirsi emarginato. Il mondo è nostro, disegnatelo a vostro piacimento. Questa è la mia realtà. Tear, lacrime a colori 💧✨🌈


Noi facciamo un grande in bocca al lupo a Mariana per questo suo nuovo progetto! Se non vuoi perdere altre informazioni su “Tear, lacrime a colori”, rimani su Webboh!

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

manu rios elite

Lo YouTuber spagnolo Manu Rios entra nel cast di Élite (e tutti sono pazzi di lui), ecco chi è

Il Pancio

Valentina Vignali svela i segreti degli influencer a Il Pancio: “Ecco quanto guadagnano per una foto”