in

Marco Mungo, “CEO dei duetti” su TikTok, lascia definitivamente i social – ecco perché

Questo è un addio dai social, sono sicuro della scelta che andrò a fare“. Così, con queste poche parole, Marco Mungo ha annunciato il suo addio (o arrivederci?) ai social network. Domani, 22 settembre, chiuderà sia l’account Instagram che il profilo su TikTok: la sua sembra una scelta irremovibile. L’obiettivo di Marco, tiktoker classe 2000, è quello di concentrarsi su se stesso, sulla sua vita privata e sul lavoro. “Mi siete stati di grande aiuto in questi anni, soprattutto nella mia adolescenza. Non vi ringrazierò mai abbastanza per tutto questo. Ma negli anni si diventa grandi e si inizia a capire i propri interessi, ciò che si vuole veramente nella vita.“.

Faceva video su TikTok (prima Musical.ly) dal 2016 e ultimamente era diventato celebre come “CEO of Duets“. Tra i video che più hanno spopolato sul suo profilo c’è l’imitazione di Aba Asante: il suo video sulle note di “Toy” ha ottenuto 25 milioni di visualizzazioni con 5 mln di like e 43mila commenti. Recentemente ci aveva fatto divertire anche con le imitazioni di Charli D’Amelio e Addison Rae. Ma da domani non vedremo più i suoi video.

Ecco cosa ha aggiunto su Instagram:

“Tutti che mi chiedono perché e come mai. Non riesco a starci dietro, tutto qui. Per quanto anche a me possa dispiacere… non ha senso continuare se non sono costante e attivo. Ho un po’ le idee confuse sul mio futuro e non penso sia la mia strada né quella sui social né quella del mio lavoro attuale”.

@marcomungo

#duetto con @marcomungo questo è un addio dai social, sono sicuro della scelta che andrò a fare, chiuderò il profilo domani? grazie ancora

♬ original sound – Mille

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

George Ciupilan ha una storia d’amore con Claudia Dorelfi? Lui smentisce, lei si frequenta con un altro

Il dolore di Damian Keats: “Mio padre è sempre stato una persona violenta con me e mia mamma”