Se l’avventura da ballerino a Ballando con le stelle non sta proseguendo nel migliore dei modi tra votazioni al ribasso (come lo zero di Selvaggia Lucarelli) e critiche distruttive (come il “sei negato” di Guglielmo Mariotto), Marco Leonardi può consolarsi: è una delle rivelazioni – perlomeno sul piano umano – di questa edizione del talent di Rai1. Appena 17 anni ma pieno di vita, il catanese rappresenta il mondo del web nello show condotto da Milly Carlucci.

Proprio ieri sera, durante la seconda puntata del programma, Marcolino ha raccontato parte della sua travagliata giovinezza. “Potevo finire male, anche perché la mia infanzia non è stata delle migliori. Ricordo che da piccolino hanno arrestato mio padre mentre io dormivo, di notte”. Suo padre era stato arrestato alle 4 di notte, durante un blitz: “Ho sentito rumore di elicotteri, auto, luci blu sopra la casa”. Ha aggiunto: “Tutt’oggi io non riesco a dormire se non abbraccio qualcosa. E’ una specie di trauma che mi è rimasto. Tutti i consigli che un padre ti può dare mi sono venuti a mancare”.

“Gli ultimi mesi che frequentavo la scuola vedevo tutti i miei compagnetti che avevano il padre e la madre che li aspettavano fuori, io avevo sempre mia madre. Speravo sempre che quell’anno fosse l’ultimo. E’ brutto passare i compleanni e le festività da solo. Mia madre ha smesso di fare l’albero di Natale perché diceva che non è Natale senza la famiglia al completo”.

Ma chi è suo padre? Tale Francesco Leonardi, detto Franco Banana: è considerato un membro organico del gruppo Santapaola di Belpasso-San Pietro Clarenza. Nell’aprile del 2013 è stato arrestato e poi condannato a 8 anni di reclusione per associazione mafiosa nell’ambito dell’operazione Fiori Bianchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *