in

Lovely Peaches, la donna che voleva stuprare Charli D’Amelio, ha provato a suicidarsi – le sue parole

Lovely Peaches
Lovely Peaches

Lovely Peaches è una delle donne più discusse e odiate del web. Forse non tutti se lo ricordano, ma a luglio si era parlato di lei a causa delle minacce di stupro rivolte a Charli D’Amelio. Le sue dichiarazioni avevano fatto rabbrividire gli utenti di TikTok, e i proprietari della piattaforma le avevano disabilitato l’account a causa delle molteplici violazioni delle linee guida della community. Anche Instagram le aveva disabilitato l’account.

C’è di più. Meno di un mese fa, dopo un’indagine dell’FBI, Lovely Peaches ha perso la “custodia” della figlia Cora (cioè ha perso la possibilità di vederla e di crescerla). L’FBI aveva assicurato che Lovely non avrà più la possibilità di ferire sua figlia o altri bambini. Infatti erano spuntati alcuni video in cui la donna raccontava come molestava sua figlia o come l’avrebbe uccisa. Sul web erano partite delle petizioni per farla arrestare.

Ora c’è il colpo di scena. Attraverso Snapchat, uno dei pochi social che le sono rimasti, Peaches ha annunciato di aver tentato il suicidio:

“Sono appena uscita dall’ospedale. Ho provato a suicidarmi, per questo sono stata così tanto assente, ma ora sto bene, ve lo prometto. Vi amo”, sono state le sue parole.

Tutto molto inquietante.

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *