in

Linda Mauri de La Caserma ha sofferto di anoressia – ecco il suo racconto toccante

Linda Mauri, protagonista de La Caserma, il nuovo programma di Rai 2, ha deciso di raccontarsi senza filtri. La concorrente, che sta raccogliendo molti consensi sui social (su Instagram conta ora oltre 120.000 follower), ha svelato al suo pubblico di aver sofferto di disturbi alimentari in passato. Torniamo a parlare di anoressia, una malattia di cui sempre troppo poco si discute.

Hai sofferto o soffri di anoressia?“, la domanda che un follower le ha posto nel box delle domande delle Storie di Instagram. Linda Mauri ha rivelato di averci pensato a fondo prima di parlare di questo tema sui social, ma di essere riuscita a prendere poi il coraggio necessario per confidarsi:

Non c’è niente di cui vergognarsi, questo l’ho capito dopo, ma la risposta è sì. Ho risposto a questa domanda per mandare un messaggio, date peso alle parole. Per quanto la vita di un altro può sembrare bella e perfetta, non sappiamo mai quella persona cos’ha passato.

Linda Mauri ha poi continuato, dopo una serie di Stories parlate, con un lungo testo emotivamente molto coinvolgente e toccante:

Per concludere il discorso, sto bene. Sto parlando di situazioni più o meno passate, ora ho un equilibrio, ho sempre la fissa del fisico perfetto ma penso sia solo uno stimolo per migliorarmi. Purtroppo molte volte siamo noi i primi nemici di noi stessi. Io, grazie a Dio, ho la fortuna di avere al mio fianco delle persone che mi hanno sempre aiutata e che mi sono andate contro. “Mi hanno fatto sbattere la testa“. Hanno cercato in tutti i modi di farmi capire che valevo di più e che mi stavo solo buttando via.

Infine, la partecipante de La Caserma ha invitato tutti coloro che la seguono e stanno attraversando il tunnel buio dei disturbi alimentari, di contattarla se in cerca di aiuto:

Ora, se qualcuno ha bisogno davvero, scrivetemi o chiamatemi, non vi preoccupate, ci sono passata e posso capire, ma non permettetevi di farvi del male.

Foto: Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *