in

La Diva del Tubo aka Alisha: “Da Miss Superstar ai miei schiavi: ora parlo io” – intervista esclusiva

Alisha, andiamo subito al dunque. Hai pubblicato da poco una nuova canzone, Miss Superstar: ce la racconti?

Miss Superstar mi rappresenta appieno, anche se in questo caso non ho  scritto io il testo, l’autore (Becko) ha decisamente azzeccato le parole  giuste per descrivere questo momento della mia vita. La cosa strana è  che l’abbiamo registrata prima che la mia popolarità aumentasse a dismisura, quindi mi ha portato fortuna! Dopo la registrazione di Miss  Superstar sono arrivate proposte televisive e collaborazioni importanti. Adesso accade davvero che quando passo fanno “bip bip” e sono anche  diventata una Miss. Quando si dice che il destino ce lo creiamo noi…

Fai musica per svago o perché sogni di fare davvero la cantante?

Per svago e per intrattenere i miei fan, ma non dispiacerebbe diventare una vera cantante. Sto già lavorando ad un progetto più serio e meno  trash, vedremo…

Ti va di commentare le chiavi di ricerca collegate al tuo nome su Google? Le persone si chiedono “chi è”: chi sei?

Non credo ci sia bisogno di presentazioni dato che la mia fama arriva prima di me.

Modesta. In tanti vogliono sapere di te: altezza, data di nascita, dove vive.

Chi non conosce questi dettagli evidentemente non mi segue abbastanza sui social, dato che non sono difficilmente reperibili.

C’è anche chi si chiede che “lavoro” fai. Come lo racconteresti?

Questo me lo chiedo anche io e non mi sono ancora data una risposta. Non  so definire che lavoro faccio, non esiste come lavoro, sono l’unica a farlo.

“Quanto guadagna La Diva del Tubo”: si possono fare stime?

Abbastanza da permettermi di vivere una vita agiata e con tutti i comfort di cui ho bisogno. Sono una persona pigra, poco tollerante e con zero spirito di adattamento. Ho bisogno di viaggiare in business, in taxi, di andare in hotel di lusso, tenere il riscaldamento a palla, fare costosi trattamenti estetici, ecc ecc… Quindi necessito di più soldi della media. Non mi definisco comunque ricca, non lo sono ancora diventata, ma punto a quello per elevare ancora di più i miei standard di vita. L’amore per se stessi si dimostra trattandosi bene e puntando in alto.

L’attività sul web è la tua attività lavorativa principale o hai altri lavori?

Per il momento è la mia unica attività e fonte di reddito, tranne qualche ingaggio televisivo nell’ultimo periodo, ma ad oggi non posso sapere se avrà un seguito.

La terza parola più cercata è “calci”: ci spieghi come hai iniziato a fare ” ballbusting”?

Intanto si scrive ballbusting. Ho iniziato perché una persona a cui ero molto legata lo praticava. Questa persona però mi ha delusa e adesso come conseguenza decogliono tutto il genere maschile.

Qual è la proposta più assurda che hai ricevuto? E l’hai accettata?

E’ la domanda che ricevo più spesso, e a cui non so mai rispondere perché essendo il fetish un campo che pratico solo per soldi, me ne importa talmente poco che dimentico subito le richieste.

Chi sono i tuoi “schiavi”?

Inferiori nati per servirmi.

In tanti cercano “Pomeriggio 5” e “Ciao Darwin“. Com’è andata? Ti sei sentita a tuo agio in televisione?

Assolutamente. Mi sono sentita al massimo, e credo di avere dato il meglio di me, addirittura più che sul web. E’ stata un’esperienza totalmente gratificante.

Pensi anche tu che la tv “sfrutti” i personaggi del web come fenomeni da baraccone?

Nel mio caso no, anche perché se ne abbiamo un guadagno reciproco non i può parlare di sfruttamento. Nel caso di altri personaggi è andata così, ma solo perché non si sono saputi difendere da eventuali prese in giro. Non credo lo facciano perché sei del web, ma perché sei “nuovo” e in un certo senso vogliono metterti alla prova.

Cercano anche “Miss Italia”: hai mai partecipato al concorso?

Sì ho partecipato diversi anni fa, da ragazzina, prima di Youtube alle regionali. Non ero andata molto avanti, ma non ero fisicamente ai livelli di adesso, prima dei ritocchini estetici. In realtà non era mio interesse partecipare, ma fui chiamata da un’agenzia di modelle o qualche sito su cui ero iscritta. Accettai per provare l’esperienza, divertente ma parecchio stressante.

Credi che esista davvero una “mafia di Youtube” come ha raccontato Follettina Creation? Ci sei mai entrata in contatto?

Non ho visto quel video di Follettina e non so a cosa si riferiva. Non credo ci sia una mafia, anzi, penso che il web sia molto meritocratico, chiunque se piace alla gente può diventare famoso.  Poi magari c’è qualcuno avvantaggiato perché spinto da agenzie, ma se non si ha talento si decade in fretta.

“La Diva del Tubo prima della chirurgia” è un’altra chiave molto cercata. Diciamo la verità: cosa ti sei “rifatta”?

Tette, labbra, naso. Poi ho provato a giocare con qualche filler ma senza risultati definitivi. Sicuramente ricorrerò nuovamente alla chirurgia quando arriveranno i primi segni del tempo.

Cercano anche “Andrea Diprè”: è un capitolo della tua vita che cancelleresti?

No, anzi, è stato l’amore della vita. Rifarei tutto, mille volte. Purtroppo il destino mi ha riservato un’anima gemella sfortunata, e ho dovuto distruggerla. Lui sembra un “cattivo”, in realtà era troppo fragile per poter star con me. E ne ha pagato le conseguenze.

E’ vero che sei la cugina di Mr Flame?

Verissimo!

Ti sei mai pentita di qualcosa? C’è qualche video che cancelleresti o che non rifaresti?

Tantissimi! I miei video vecchi li trovo super imbarazzanti, ma non li cancellerei, fanno parte del mio percorso.

C’è qualcuno a cui chiederesti scusa?

Chiedere scusa no, chi ha subito del male da parte mia lo ha sempre meritato. Ciò non toglie che io sia una persona molto generosa e disposta a perdonare e ad aiutare, l’importante è aver prima pareggiato i conti. Difficilmente faccio del male se non mi sento mancata di rispetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *