in

Come finisce La casa di carta? NON APRIRE QUESTO ARTICOLO SE NON VUOI SPOILER!

La casa di Carta 5: tutto ciò che succede negli episodi del volume 2, gli ultimi della serie!. ATTENZIONE SPOILER

La casa di Carta 5 finale
La casa di Carta 5 finale

Da oggi è disponibile su Netflix la seconda e ultima parte del quinto capitolo de La casa di carta. I cinque episodi conclusivi della serie, allungano un po’ il brodo, ma rispondono a tutte le domande lasciate aperte nel corso degli anni. Oggi vi raccontiamo il finale della storia.

Se non temete gli spoiler o avete già visto gli episodi continuate a leggere. In caso contrario, fermatevi ora, perché in questo articolo vi raccontiamo tutto, fino all’ultima scena. RIPETIAMO: ATTENZIONE SPOILER.

La casa di carta 5 volume 1, dove eravamo rimasti

La prima parte finiva con la morte di Tokyo e di alcuni soldati del commando di Sagata. Fuori dalla Banca di Spagna, invece, si era creata un’inedita alleanza tra Il Professore e Alicia Sierra. (Qui trovi il riassunto degli episodi del primo volume)

La casa di carta finale: i flashback

  • Tatiana, la moglie di Berlino, decide di divorziare da lui, per mettersi con il figlio, Rafael.
  • Berlino recluta Bogotà in un centro di trivellazione e insieme a lui ruba una pompa in grado di

La casa di carta finale: cosa succede all’interno della Banca

All’interno della Banca di Spagna i nostri eroi, ancora scossi per la morte di Tokyo, ricevono un’inaspettata richiesta da parte di Sagasta: il Comandante delle Forze Speciali, rimasto solo con un uomo gravemente ferito, chiede di poter patteggiare. La richiesta è chiara: portare fuori il soldato. Palermo non accetta, ma gli dice che può richiedere di far entrare due chirurghi per operarlo. Mentre i chirurghi entrano, la banda inizia a far uscire l’oro attivando la pompa. Il piano è riuscito. L’oro è fuori dalla Banca. Tutti festeggiano. Quello che non sanno, però, è che la soldatessa Arteche, in realtà, non è morta, e che i due chirurghi, in realtà, sono dei soldati delle forze speciali sotto copertura. Sagasta ha pianificato tutto: ha fatto entrare i finti chirurghi per avere nuovi uomini e per dare tempo ad Arteche di disinnescare gli esplosivi che la banda aveva piazzato davanti agli ingressi e alle finestre.

Quando Arteche ha disinnescato tutti gli esplosivi l’esercito fa irruzione e cattura tutti i membri della banda. Per loro, l’unica possibilità di salvezza rimane il professore che, come vedremo più avanti, però, li ha delusi dando loro una notizia inaspettata…

La casa di carta finale: cosa succede fuori

Il Professore, venuto a conoscenza della morte di Tokyo perde il controllo e si chiude in bagno. Nel mentre Sierra, approfitta del momento, per scappare. Il suo obbiettivo è quello di andare da Tamajo per riuscire a far riabilitare il suo nome. Marsiglia e, successivamente, Il Professore la inseguono. Il primo è costretto a fermarsi perché Alicia gli buca le ruote, mentre il secondo la raggiunge in un luogo disabitato e la intima a tornare indietro, puntandole la pistola addosso. Purtroppo Sierra gli aveva svuotato il caricatore. Il Professore è costretto a consegnarsi ad Alicia che lo imbavaglia e lo porta con se, lasciandolo nel bagagliaio della macchina sotto casa di Tamajo. L’uomo, arrivato a casa, non sentendo la voce della moglie, attiva l’allarme per chiamare la polizia, poi si trova faccia a faccia con Sierra. La donna gli chiede di spiegare tutto alla stampa e di lasciare l’incarico. In cambio è disposta a dargli Il Professore. Lui rifiuta e lei, sentendo le sirene della polizia, è costretta a scappare. Nel mentre Il Professore è riuscito a liberarsi, ad entrare nel palazzo di Tamajo e ad intercettarla. I due, per salvarsi dall’arresto tornano ad essere complici.

Dopo essere riusciti a scappare dal palazzo, Il Professore porta Sierra alla cisterna di raccolta fognaria dove un gruppo di uomini, capitanati da Benjamin, sta trasformando l’oro arrivato dai condotti in lingotti d’oro. Nel frattempo la polizia, seguendo il sistema fognario, setaccia ogni possibile luogo in cui potrebbe essere arrivato l’oro. Ad un certo punto Il Professore sente le sirene della polizia: sono stati trovati! Per loro non c’è più possibilità di fuga. Il professore chiede ai suoi uomini di abbassare le armi e di lasciarsi arrestare. Ma…

La casa di carta finale: il colpo di scena

In realtà non è la polizia ad averli trovati, ma è Rafael che, insieme a Tatiana, li ha sempre tenuti d’occhio e derubati! Il figlio di Berlino scappa con l’oro, mettendo a rischio il piano del Professore, il quale, capendo l’inganno si mette sulle sue tracce. Il problema è che Rafael è esattamente come lui e crea delle illusioni per portarlo fuori strada. Mentre Il Professore cerca di raccapezzarsi, Tamajo lo chiama per avvisarlo che ha tutta la banda in arresto e che è pronto a cercarlo ovunque pur di catturarlo e di riprendersi l’oro. Il Professore decide di costituirsi. Prima, però, chiede a Sierra di trovare l’oro e le dà un bigliettino da consegnare a Rafael qualora lo trovasse.

Sierra indaga e capisce che per poter nascondere tutto quell’oro Rafael aveva bisogno di uno spazio molto grande nelle vicinanze della cisterna di raccolta fognaria. In effetti il figlio di Berlino aveva acquistato un terreno per costruirci sopra una casa e nascondere l’oro sotto terra. Alicia riesce a trovarlo e gli consegna il biglietto che le aveva dato il Professore: per lui c’è la promessa di avere una parte dell’oro che la banda ha rubato.

La casa di carta: il piano finale per portare la banda fuori dalla Banca

Finalmente si scopre il piano del Professore! Una volta arrivato alla Banca di Spagna, il professore si trova faccia a faccia con Tamajo, che nel frattempo aveva interrogato senza successo Denver e Rio (scortati successivamente fuori dall’edificio). L’uomo è intenzionato a fare qualsiasi cosa per riavere l’oro, anche ad usare le maniere forti. Ma perché il professore è entrato nella Banca? Il suo piano consisteva nel fare uscire l’oro per far entrare al suo posto dell’ottone laccato oro. Alla Spagna, infatti, per evitare la crisi economica, non serviva di utilizzare l’oro che protegge all’interno della Banca, ma soltanto far sapere al mondo intero di averlo. A questo punto Tamajo, messo con le spalle al muro deve scegliere: assecondare il folle piano del Professore oppure dire al mondo intero che nella Banca di Spagna non c’è più un grammo d’oro, ma solo ottone…

Come finisce La casa di carta?

Tamajo, per non perdere la faccia, accetta di aver subito lo scacco matto dal Professore e finge di uccidere tutti i membri della banda. Ventiquattro ore dopo si vede il gruppo al gran completo (anche Denver rilasciato, e Alicia Sierra con sua figlia) scortati dall’esercito, ricevere dei passaporti con delle false identità per iniziare una nuova vita altrove. Intanto l’oro è in viaggio per il Portogallo, portato su un camion all’interno di una casa mobile.

FINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *