in

Si imbuca alla Maratona di Milano, viene rincorso e arriva sesto: Kingash racconta come ha fatto!

Lo youtuber Kingash è riuscito a imbucarsi alla Maratona di Milano ed è arrivato sesto al traguardo: come ha fatto? Ce lo ha spiegato lui!

foto di Andrea Cherchi
foto di Andrea Cherchi

Si è imbucato alla Maratona di Milano e, su 13mila partecipanti, è arrivato sesto. Stiamo parlando di Kingash, un simpatico creator italiano (presente su quasi tutte le piattaforme, da Youtube a TikTok). Il 3 aprile si è studiato un piano per imbucarsi alla tradizionale Maratona tra le vie della città lombarda. Tutto è successo grazie a un suo amico, che si era effettivamente iscritto pagando 85 euro e sottoponendosi a tutte le visite mediche del caso.

Anche Kingash voleva partecipare, ma non si era iscritto, né tantomeno aveva 85 euro per pagarsi l’iscrizione. “Solo che io dovevo per forza partecipare a questa maratona per dimostrare a tutti che potevo farcela“, ha svelato a Webboh. Così è iniziato il piano. Come prima cosa, è riuscito (non si sa bene come) a farsi regalare la maglia ufficiale della corsa. Dopodiché è andato a casa, si è stampato il numero di riferimento da attaccare sulla maglia (e ha inserito come “sponsor” di The Show e Jakidale). Poi è tornato sul luogo della corsa e ha cercato un modo per oltrepassare le transenne e le guardie.

Kingash racconta com’è riuscito a intrufolarsi alla Maratona di Milano!

Lui ci ha raccontato com’è effettivamente riuscito a entrare in gara:

“A un certo punto mi hanno fermato le guardie: mi sono spacciato per un giornalista, e dopo qualche resistenza mi hanno fatto entrare. Ho iniziato a correre per qualche minuto, poi mi sono nascosto in un bar vicino al traguardo. Sono rimasto lì per quasi due ore e ho aspettato che arrivassero i primi classificati. Le transenne erano altissime e piene di guardie, ma sono riuscito a trovare un buco da cui entrare”.

Al traguardo, Kingash è arrivato sesto… con uno degli organizzatori che lo inseguiva per fermarlo. Com’è andata a finire? Non ha preso nessuna multa, anzi: “Mi hanno applaudito e si sono messi a ridere perché comunque ho strappato un sorriso alle persone. Non ho dato fastidio a nessuno“. La scena della sua corsa è stata mandata in onda anche su SkySport! Il tutto verrà poi mostrato in un video su Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.