in

Kevin Sacchi: “Sono il primo INKFLUENCER al mondo” – intervista

Kevin Sacchi

Nato il 13 novembre 1999 a Crema, figlio di liberi professionisti, Kevin Sacchi è il primo INKFLUENCER al mondo. Da adolescente è stato vittima di bullismo e, per ottenere il riscatto, ha praticato arti marziali, diventando uno stuntman in diversi film.

Kevin Sacchi è uno dei più importanti Social Media Manager in Italia: attualmente gestisce diverse aziende, marchi, negozi, ristoranti, personaggi pubblici e privati. Si sta dirigendo verso il milione di fans, che lo seguono in modo attivo ogni giorno. Ciò gli ha permesso di partecipare a diversi eventi, alcuni dei quali con i ragazzi de “Il Collegio“. Inoltre Kevin Sacchi è l’Ambassador italiano di “Triller” e ha partecipato a diverse sfilate in qualità di modello alternativo con stilisti del calibro di Riccardo Aldighieri e con brand come Rolex e Nike.

Kevin Sacchi: “Sono il primo INKFLUENER al mondo”

Ciao Kevin Sacchi, prima di tutto ci spieghi chi è e cosa fa l’INKFLUENCER?
L’INKFLUENCER è una figura parallela all’influencer di base, che però cerca di far conoscere ai suoi followers la storia del tatuaggio e dei tatuatori, e fa in modo che le nuove generazioni o quelle con meno conoscenza non facciano errori e non vadano a tatuarsi da gente inesperta.
Fa conoscere il mondo del tatuaggio a livello artistico: per questo il mio progetto è stato ben accolto dai migliori tatuatori internazionali più famosi al mondo.

– Hai trasformato la tua passione in lavoro, nonostante la giovane età. Quali consigli ti senti di dare alle nuove generazioni?
Sicuramente non bisogna mai fermarsi ai primi ostacoli e non bisogna mai ascoltare l’opinione della gente: nulla è impossibile. Il mio motto è “Haters Make Me Famous”.

– Oltre ad essere intraprendente sul web, hai altri hobby o passioni?
Adoro le arti marziali, che in alcuni momenti difficili mi hanno salvato e mi permettono di essere rilassato e attivo nella mia vita quotidiana.

– Il merchandaising di INKFLUENCER è stato indossato da diversi personaggi dello spettacolo. Che rapporto hai con loro?
Molti vip come Michelle Hunziker, J-AX, Marracash, Nek, Le Donatella e Max Pezzali hanno indossato il brand perché sono rimasti colpiti dal fatto che ormai il tatuaggio è parte integrante della nostra società, del nostro essere. Il nostro essere è rappresentato quindi sulla pelle, ed è giusto affidarsi a tatuatori competenti, per questo loro hanno deciso di sentirsi INKFLUENCER. Con alcuni di loro sono in continuo contatto, sia per diverse tipo di collaborazioni, sia per uscirci insieme anche per una semplice chiacchierata amichevole.

– Hai solo 20 anni, ma nonostante ciò hai già superato diversi step della tua vita. Quali sono i tuoi obiettivi futuri?
Il mio obiettivo è quello di espandermi sempre più a livello mondiale, mandando solo messaggi forti e positivi alla società di oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *