in

Lo sfogo di JustGabbo contro Youtube: “Imbarazzanti, hanno zero supporto per i creators” – cos’è successo

Non è stato un periodo facile per JustGabbo (GaBBoDSQ). Il 26 dicembre 2019 il canale dello youtuber modenese è stato hackerato da un gruppo chiamato “I Colleghi del lavoro”, i quali hanno pubblicato anche l’indirizzo di casa e il conto in banca di Gabriele Gaiba. Da quel momento Gabbo ha dovuto ripubblicare tutti i video, che Youtube hanno rinominato per colpa di un bug.

In questi giorni, infatti, lo youtuber e streamer sta ripubblicando oltre 2300 video pubblicati in otto anni di “carriera”. Ecco il suo sfogo: “Il 26 dicembre mi hanno rotto i cogl*ioni. Mi sono entrati su Youtube e hanno cagato il ca**o alla persona sbagliata. Ho dovuto rendere privato il mio canale e Youtube mi ha rinominato tutti i miei video con un bug che non riescono a risolvere. Sto riscrivendo, mano a mano, i titoli di otto anni di video“.

“Non lo faccio per i soldi perché più di 1500 video non sono monetizzati. Quando fanno le leggi sono retroattive, non le fanno partire da quando entra in vigore. Non lo faccio neanche per Youtube perché non mi dà supporto. Lo faccio per me stesso perché sono 8 anni della mia vita. Mi sono permesso una casa, una macchina, mutui pagati, permettermi di avere un figlio e stare tranquillo. Youtube? Sono imbarazzanti, hanno zero supporto per i creators“.

Questa è stata l’occasione per JustGabbo di ripercorrere, attraverso i video, gli ultimi otto anni della sua vita:

“Fare questa cosa mi fa tornare indietro nel tempo in quello che ho fatto in questi anni. E’ stata proprio una bella esperienza. Il prolema è che non sento più lo Youtube che era un tempo. Non tanto per i video: quando li registro mi diverto e sto bene. Però sono cambiate tante cose e mi sono sempre adattato. Lo farò anche qua, ma non è facile. E’ stato veramente figo e spero che lo sarà ancora. Voglio combattere per quello che sarà. Vogliono buttarmi giù, ma queste cose mi rendono più forte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *